Folletto o spirito giapponese che naviga sui fiumi in una ciotola di riso vuota – Risolto

E un film per ragazzi andato in onda su italia 1 alcuni anni fa, durante il festival di giffoni quando c,erano le maratone di film per ragazzi, live action

La storia credo sia ambientata negli anni 90 come tempo ,IN GIAPPONE come luogo in cui si svolge. Parla di un vecchio spirito giapponese alto quanto un pollice una specie di Pollicino anziano tanto per farvi capire che viene aiutato da un bambino giapponese anche lui, lo spirito naviga nei corsi d’acqua su di una ciotola del riso vuota ma non trova più corsi di acqua pulita credo ,ricordo benissimo pero che quando lo spirito viene attaccato da un corvo questo gli taglia il becco con un colpo di katana, spada -e subito dopo ne costruisce uno in legno e glielo riattacca ,un altra scena del film che ricordo e quando il bambino e lo spirito fanno il bagno assieme e lo spirito alto come un pollice canta mentre il bambino lo ascolta. Un altra scena ancora il bambino metto lo spirito su di una sedia e lo fa navigare lungo un canale d acqua facendolo contento la sedia era arancione,il padre del bambino scava nel giardino di casa sua e ritrova il suo tesoro di quando era bambino una scatola di cartone piena di palline colorate che regala al figlio, lo spirito rischia di sparire ma il bambino riesce con l aiuto del padre e della bibliotecaria che gli ha dato informazioni sullo spirito facendogli consultare i libri a rigenerarlo e lui torna giovane e riparte sul suo fiume giovane navigando con la sua ciotola mentre il bambino gli grida Maestro mentre lo spirito annuisce e va via, non ricordo altro.

Pubblicato in anni 2000-attuale, anni 80, anni 90, avventura, fiabesco, Film dimenticato, giapponese, titolo scoperto 1 commento

commedia gialla italiana

Una commedia, forse italiana, dove il protagonista è un uomo che aiuta una sua amica poliziotta, di cui è innamorato, nelle indagini. L’indagine in corso riguarda l’uccisione di una ragazza di diciannove anni. Alla fine del film si scopre che l’assassino è un uomo che, nonostante fosse molto più vecchio, era l’amante della ragazza. L’uomo conosce la poliziotta e, quando lei va a casa sua per arrestarlo, cerca di avvelenarla con del caffè, ma fallisce. Chiusa l’indagine, il protagonista va a casa della poliziotta con una bottiglia di vino, ma scopre che lei ha un altro uomo.

Pubblicato in comiche, commedia, Film dimenticato, giallo, italiano 1 commento

Donna scomparsa

Un poliziotto indaga sulla scomparsa di una donna, le indagini sono infruttuose ma non si da pace anzi ne è sempre più ossessionato. Alla fine si capisce che è la moglie che sta cercando, scappata proprio da lui perché esasperata dall’uomo stesso. In un recap si vede la donna e l’uomo che litigano,lei riesce a stordirlo e scappa dalla vicina di casa che l’aiuta.

Pubblicato in Film dimenticato, giallo Lascia un commento

marinaio che si perde su una portaaerei

Questo film iniziava con un gruppo di marine che salgono sulla portaerei su cui prenderanno servizio,il coprotagonista e un giovane marinaio che sul quella nave si perde.Quel che mi ricordo era che uno degli aerei pilotato dal protagonista cade in mare e lui rimane in zattera o sul gommone di emergenza fino a quando non viene ritrovato dai colleghi.Alla fine il marine che aveva vagato tutta la notte per trovare il suo alloggio al mattino viene interperllato dal suo capo che non sapendo quello che aveva passato gioioso,per il ritrovamento del pilota,gli chiede se è pronto dopo aver riposato a prendere servizio.Io ero un adolescente quindi presumo che il film,dovrebbe risalire agli anni 80

Pubblicato in americano, anni 80, azione, Film dimenticato Lascia un commento

Donna ricca

Una donna va in prigione e dalla prigione riesce a guadagnare molti soldi facendo trading in borsa.

Pubblicato in americano, commedia, drammatico, Film dimenticato, tanti anni fa Lascia un commento

psico-triller

Un uomo ricco, uccide donne, ossessionato da un quadro con un occhio, ha una piscina coperta che si chiude elettronicamente e alla fine vi trovano l’ultima vittima, un cadavere nudo galleggiante

Pubblicato in anni 60, anni 70, Film dimenticato, Serie B 1 commento

Ragazza adolescente incinta

Un film non molto vecchio, forse di 6-7 anni fa, probabilmente italiano. Parla di una ragazza di 15 anni che rimane incinta e decide di tenere il bambino, alcuni professori a scuola la supportano. Lei a un certo punto decide di scappare di casa perché vuole trovare il suo vero padre che aveva abbandonato lei (la ragazza di 15 anni) e la madre anni prima, mentre queste vivevano forse con un compagno della madre. Trova il padre che fa l’insegnante di educazione fisica o l’allenatore di calcio e gli dice di essere sua figlia proprio sul campo. All’inizio lui non vuole accettarla ma poi iniziano ad avere un rapporto, poi però scappa anche da lui. Poi viene ritrovata, su una soffitta di una casa abbandonata, dalla madre e da altre persone mentre sta avendo le doglie se non ricordo male. Alla fine del film lei partorisce circondata dai familiari e decide di non chiamare la figlia come la nonna perché la catena della loro vita sfortunata sì deve spezzare, dicendo qualcosa del tipo “lei deve avere una vita diversa”

Pubblicato in adolescenziale, anni 2010, drammatico, Film dimenticato Lascia un commento

Sopravvivere nella foresta

Un bimbo perde i genitori dopo un incidente stradale in cui il loro camper si rovescia in una foresta, da lì a poco il bambino si trova da solo a girovagare nella foresta. Viene trovato da un cacciatore o tale che sa come sopravvivere nella foresta. Si crea così un forte legame tra loro. L’uomo riesce infine a portare in salvo il bambino consegnandolo ai parenti che lo cercavano.

Pubblicato in americano, anni 80, drammatico, Film dimenticato 1 commento

film anni 70 psicologico – Risolto

Il film è degli anni 70, l’ho sicuramente visto in televisione, delle persone giovani, uomini e donne tutti vestiti molto alla moda sono ad una festa in una villa, non si sa per quale motivo alla fine della festa non riescono più ad uscire dalla casa, hanno come un blocco, dormono nella stanza della festa.
La stanza ha una grande vetrata che guarda su un giardino, ad un certo punto nel giardino compare un gruppo di pecore e non ricordo per quale motivo questo fa scattare una molla che li libera ed escono dalla casa.

Pubblicato in anni 70, Film dimenticato, francese, grottesco, inglese, intimista, surreale, titolo scoperto 2 commenti

Film western in cui i protagonisti sono un ragazzino e il suo maggiordomo

Nel film, ci sono questo ragazzino e un uomo adulto (il suo maggiordomo, che lo protegge quando si caccia nei guai).
I due protagonisti intraprendono un viaggio attraverso l’america fino ad arrivare a San Francisco.

Pubblicato in americano, anni 50, anni 60, commedia, Film dimenticato, western 1 commento

Mamma sopravvissuta – barbona

Una mamma e due figli. Prepara la torta per il compleanno della figlia. Incidente stradale ma sembra poi tutto ok. La vita continua con i racconti della scuola della figlia. Sembrano premonizioni che poi si avverano. Come sua insegnante con gola tagliata. Ogni tanto si vede una donna barbona sul marciapiede che spinge un carrellino. Alla fine del film si capisce che nell’incidente sono morti tutti e che la mamma unica sopravvissuta è la barbona al di là del marciapiede.

Pubblicato in americano, anni 2010, Film dimenticato, psicologico Lascia un commento

prete uccide a palate in faccia un giovane collegiale

Ciao a tutti,
ricordo che verso i primi anni ’90 vidi due volte, a distanza di mesi o di uno o due anni, su tele monte carlo (mi pare),
un film che sembrava degli anni ’70 (a colori) che raccontava le vicende di un gruppo di giovani orfani che vivevano in un collegio di preti cattolici o protestanti.
Le vicende erano ambientate in Inghilterra o negli USA.
Ricordo che si seguivano le vicende quotidiane del gruppo di giovani protagonisti che studiavano in questo collegio. Uno di loro era particolarmente sbandato (forse aveva anche ucciso altri compagni o comunque li sviava dalla “retta via”). Fatto sta che un prete, loro maestro, che aveva tentato di tutto per rimetterlo in riga, durante un incontro con questo giovane, in un boschetto, provocato dal giovane ribelle medesimo, in un accesso d’ira lo picchio’ violentemente con una pala sul volto e continuo’ a picchiarlo in faccia mentre era steso.
Ricordo la scena che mi impressiono’ perchè il film non era d’orrore e a differenza dei film d’orrore pero’ l’inquadratura indugiava sui dettagli cruenti dell’azione mostrando, con gli effetti speciali, la faccia del ragazzo che veniva schiacciata e quasi affettata dalla lama della pala.
Il prete poi mi pare abbia insabbiato l’accaduto seppur attanagliato dai sensi di colpa. Non ricordo il finale.
Il film non era un gran chè ma quella scena mi è rimasta impressa per la violenza ostentata in un prodotto che salvo questo omicidio era di tipo “commedia drammatica”. Sarà che ero anche piccolo (sui 10 anni).
Grazie a chiunque potrà aiutarmi!

Pubblicato in anni 70, drammatico, Film dimenticato Lascia un commento

Messaggio in un giornale

Ho solo un ricordo di questo film: un uomo consiglia ad una donna di pubblicare un messaggio (riguardante la ricerca di una chitarra, di una band o di un trombettista) in un giornale. In questa maniera saprà che la donna ha bisogno di aiuto e andrà a prenderla. Il messaggio ovviamente è preciso e l’ha scritto lui, così saprà riconoscerlo. Mi pare di ricordare che l’uomo fosse di colore, ma non ne sono sicuro.

Pubblicato in americano, anni 2000-attuale, anni 90, drammatico, Film dimenticato Lascia un commento

Tre tassisti problematici creano macchina per influenzare i sogni delle persone ed avere successo

Tre guidatori di taxi, soci di una agenzia di taxi indipendente, hanno delle severe complicanze con le relazioni con la clientela, il che rende il loro buisness poco redditizio (es. mi pare di ricordare che uno di essi ad esempio avesse problemi di sudorazione e/o ansia, mentre sono sicuro che uno di essi periodicamente dovesse usufruire di un inalatore a mascherina che doveva calare dall’alto dell’abitacolo della vettura.
Uno dei tassisti, quello che oggettivamente pare il meno malmesso, crea non ricordo in quale ambito una macchina da presa particolare che permette di registrare quanto avviene davanti a lei e poi riprodurlo nottetempo sulla città grazie ad un sistema a parabola, per influenzare i sogni dei concittadini. I tre tassisti filmano allora in questa camera di registrazione cubica e completamente bianca il loro spot pubblicitario (il “frontman”, per così dire, funge da voce narrante, i due ai suoi lati forniscono a cappella un accompagnamento musicale) che ognuno quella notte in città sognerà. La mattina seguente, con gran loro sorpresa, i tre scoprono che la macchina ha funzionato: per le strade la popolazione cittadina, vestita in maniera stravagante, improvvisa balli e canti che celebrano il trio e la loro agenzia di trasporti. La fiducia in se stessi che genereranno in seguito all’accaduto ad esempio li aiuterà a vincere le proprie insicurezze: per esempio, conversare, scherzare e più semplicemente intrattenere un rapporto più sano con la clientela, ma anche vincere gli stati di ansia e tensione alla guida, e persino apparire più attraenti fisicamente, per non parlare del fatto che uno dei tre miracolosamente sembra non avere più bisogno del suo scomodo inalatore.
Da qui in avanti è dove comincio ad avere delle concrete lacune sullo svolgimento della trama: ci saranno diverse riprese con la bizzarra “macchina dei sogni” (uno dei protagonisti ne abuserà per esempio per avere successo con una ragazza) sempre nella stanza bianca, in particolare una al preciso scopo di riportare ogni cosa alla normalità; i balli e canti si perpetreranno in sottofondo al film, senza essere obbligatoriamente il focus della scena.
In seguito alla esplicita fine del film, ricordo che la quarta parete viene completamente demolita, con i personaggi del cast che cantano e ballano una canzone (quale sia onestamente non ricordo affatto) insieme ad ogni comparsa, come in Mamma Mia; e per concludere il film, nella canzone sono invitati anche fonici e cameraman, che canteranno la canzone insieme al cast che regge davanti alla macchina da presa un grande specchio.

Che dire. Questo è un film che ho visto anni or sono, forse cinque/sei, e sono abbastanza convinto di averlo visto in televisione, quindi non escludo che si tratti di un film per la TV, in particolare data la specifica impronta assolutamente non seriosa della pellicola. Non conosco l’origine del film, che però istintivamente sento non essere una produzione americana, quanto più un’opera europea. A dirsi dalla peculiare ironia che pervade il film e dal tipo di comicità io avrei giurato fosse un film italiano, ma questo è incompatibile con il fatto che non importa con chi parli circa questo film, vengo preso per folle. Gli attori non li ricordo, hanno volti familiari ma non riesco a collegarli ad alcun volto che invece ricordi: credo che nel film uno o due siano visivamente barbuti. Forse uno dei due è di origine mediorientale.

Per favore, lascio a questa community un appello grande come gli ultimi cinque anni di questa mia vita. Dimostratemi che non sono un folle, e che questo sensazionale film esiste. Avreste la mia più infinita gratitudine per aver avuto successo, laddove innumerevoli altri miei interlocutori hanno fallito. Grazie.

Pubblicato in anni 2000-attuale, commedia, demenziale, Film dimenticato, film tv, francese, italiano, musicale, spagnolo Lascia un commento

Ragazzo morto in un incidente stradale – Risolto

Una quindicina di anni fa circa, mentre facevo zapping mi sono imbattuto in un film di cui ho visto solo un breve frammento, non mi ricordo il motivo perché non ho continuato la visione, tuttavia in quella parte un ragazzo moriva in un incidente stradale e veniva avvisata con una telefonata la madre che era casa. Sono quasi certo che il film sia spagnolo, tant’è che mi ero fatto l’idea che fosse il film di Almodovar ‘Tutto su mia madre’, perché conoscevo vagamente la trama nella quale moriva un figlio . Quando, in seguito, mi è capitato di vedere il film ‘Tutto su mia madre’, ovviamente mi sono accorto, a mia sorpresa, che non era quel film. Un’altra scena che mi ricordo è un dialogo della madre in ospedale od obitorio che pronuncia qualcosa del tipo che se il figlio fosse morto per una malattia invece che in un incidente si sarebbe preparata meglio al triste evento.

Pubblicato in drammatico, Film dimenticato, spagnolo, titolo scoperto 2 commenti