Ricordi dell’adolescenza in un vecchio ostello di montagna

Film di Massimo:

Film americano non recente, forse di 15 anni fa o più.
Un gruppo di giovani si ritrova molti anni dopo in un vecchio ostello su un lago di montagna. Molti anni prima avevano passato un periodo di vacanza in gruppo sotto la supervisione di una specie di precettore/istruttore. Arrivano da diverse parti del paese e si ritrovano ricreando antiche amicizie, amori e rivalità  . Ripercorrono le estati passate, tutti in gruppo, sempre con il vecchio precettore/istruttore che li guida lungo una specie di filo conduttore dei ricordi. Emergono fatti dimenticati che ribaltano condizioni attuali: coppie si separano, nemici di riconciliano, amicizie si sfaldano e chi sembrava in un modo ora appare in un altro.
Alla fine della esperienza di ritrovo il vecchio precettore/istruttore dichiara che sta lasciando la gestione della casa/ostello e avrebbe avuto piacere di lasciare a qualcuno di quel gruppo la continuazione di quel lavoro.
Si trova alla fine una coppia (neoformata) che decide di fermarsi e continuare l’opera del loro antico maestro.

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in americano, drammatico, Film dimenticato, nostalgico e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    3 risposte a Ricordi dell’adolescenza in un vecchio ostello di montagna

    1. avatar Max scrive:

      L’ho visto, ma ahiemè non sò nemmeno io il titolo.

    2. avatar Max scrive:

      Adesso ricordo che raccontano di una ragazza che aveva l’apparecchio e un ragazzo che per nascondere un’erezione utilizza del nastro americano.

    3. avatar Max scrive:

      “Indian Summer”, in italiano “Ritorno a Tamakwa”.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *