Il titolo perduto. Storie di un manicomio

Una casa di cura in cui i medici venivano uccisi dai pazienti che a loro volta si fingevano medici assumendo i nomi di quelli che avevano ucciso. Una dottoressa scopre la cosa. La dottoressa scopre l’inganno perché i finti medici si sedevano a mensa a mangiare insieme a lei ma quando lei chiedeva dove si fossero laureati loro non ricordavano. Trova i cadaveri dei veri medici in un sottoscala. A quanto pare alla fine lei fonda in quella stessa struttura una casa di cura per malati di mente che esiste ancora. ” Quello che mi ricordo io è che era un film TV, questa psicologa comincia a lavorare lì ma capisce che c’è qualcosa di strano, parla col direttore che pian piano cerca di farla passare per pazza. Se non ricordo male la psicologa è bionda

Questa voce è stata pubblicata in azione, drammatico, Film dimenticato, giallo, horror, mistero, poliziesco, psicologico, thriller. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    4 risposte a Il titolo perduto. Storie di un manicomio

      • avatar Simo scrive:

        No le trame sono diverse.

        • avatar Sonia scrive:

          ciao simo hai provato a guardare il video? non far affidamento sulla trama,che può essere incompleta. ci sono molti elementi in “frammenti di follia” che coincidono con quello che cerchi….
          tra l’altro ,stai attenta se cerchi in rete, perché ci sono molti video con analogo titolo inglese che non centrano nulla…ricordi se c’era l’attore Richard Burgi?
          ti metto anche un link di una trama uguale risolta sul questo sito sempre con lo stesso titolo
          http://www.memocinema.com/?p=93026

          facci sapere
          ciao sonia

        • avatar Castàlia scrive:

          Simo: se dici che il film non è quello che ti ho segnalato … prendo atto. Non insisto; lascio perdere… se l’utente non è chiaramente convinto, preferisco non pressarlo a tutti i costi per convincerlo. Castàlia bye

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *