bimbo senza sentimenti

Una famiglia con almeno due figli. Non ricordo molto, ma al figlio minore ed agli animali domestici succedono degli incidenti. Sul finale il figlio più piccolo muore e si scopre che il maggiore ne aveva causato la morte. Allo psicologo risponde che era stato il fratellino a cominciare. E’ un bimbo privo di sentimenti. Non distingue il bene dal male e per lui tutto è uguale… .

Questa voce è stata pubblicata in Film dimenticato. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    12 risposte a bimbo senza sentimenti

    1. avatar Castàlia scrive:

      Ti propongo “L’innocenza del diavolo (The Good Son)”, 1993

      https://it.wikipedia.org/wiki/L%27innocenza_del_diavolo

      Castàlia bye

      • avatar Mario scrive:

        I bimbi erano più piccoli. Le scene si sviluppavano in casa. C’erano giocattoli rotti: ricordo un aeroplanino… Alla fine i genitori si trovavano senza i figli: uno morto e l’altro allontanato dalle istituzioni e rinchiuso…

    2. avatar Sonia scrive:

      Ciao Mario, credo che tu stia cercando : “Infanzia negata” , o anche noto come “Perché mia figlia” (1992)
      http://www.filmtv.it/film/19458/infanzia-negata/

      ciao sonia

      trama riproposta qui
      http://www.memocinema.com/?p=99130
      http://www.memocinema.com/?p=99297

    3. avatar Mario scrive:

      Grazie.
      Lo guardo e vedo se è quello. Ma mi sembra fossero due maschietti…

      • avatar Castàlia scrive:

        In effetti, da come hai esposto la tua trama chi legge deduce che si tratta di due fratelli maschi: uno di 5 anni e l’altro di 3. Se i termini linguistici adoperati hanno un significato, si capisce che si tratta di due maschietti, figli naturali non adottati. Castàlia bye

    4. avatar Sonia scrive:

      Ciao Mario, guarda bene il film nel link che ti ho messo. Il dato di genere spesso è il più labile nei ricordi, quindi non ci ho dato troppa importanza , anche perché a quell’età è facile confonderli. Ma ci sono dei particolari da te messi soprattutto nelle altre trame riproposte , che mi hanno indirizzato in modo abbastanza preciso.
      Considera che con il tempo tendiamo a rielaborare e trasformare i ricordi…
      Nulla nella trama esclude che siano adottati.
      fammi sapere
      ciao Sonia

      • avatar Mario scrive:

        Ciao. Il linc mi da solo un film in inglese e non fa per me. Io l’avevo visto in TV e quindi in italiano. Era ambientato in una normale famiglia, non erano adottati ed erano sicuramente due bimbi. Sto insistendo perché conosco una famiglia dove un bimbo ha atteggiamenti strani e vorremmo confrontarli…

        • avatar Sonia scrive:

          il link con il film serviva per riconoscere il film , anche se ricordi poco forse riguardando qualche scena lo riconosci o meno.
          comunque per quanto sia un film basato su una storia vera e quindi adatto alle motivazioni per cui lo cerchi, stiamo parlando pur sempre di finzione cinematografica. Non è materiale adatto per analizzare delle problematiche di anaffettività o altro.
          tra l’altro non ne hai mai fatto menzione : quando hai visto il film e di che anni più o meno è la produzione?recente , anni’90 anni’70 ecc

          • avatar Mario scrive:

            Ciao Sonia. Il film l’ho visto anni fa e non saprei di che periodo fosse, forse anni settanta. L’avevo trovato interessante e mi era rimasto impresso. Però, negli ultimi tempi, visto il bimbo dei miei conoscenti, mi è venuto voglia di rivederlo. Comunque già il termine ‘anaffettività’ e qualcosa su cui fare domande… Grazie Mario.

    5. avatar Castàlia scrive:

      Ho inviato poco fa un commento, ma non è passato. Non me lo dà nemmeno in moderazione. E’ successo anche ieri pomeriggio. L’antispam ce l’ha nuovamente con me. Castàlia sad

      • avatar Mario scrive:

        Ciao Castalia. Sono lusingato dal Vostro interesse e sono sempre qui. Se ci riprovi Ti vedo. Grazie. Mario.

        • avatar Castàlia scrive:

          Ciao, è da domenica pomeriggio che sto provando. Il mio commento, basato su osservazione ed esperienza di un caso, forse poteva aiutare. Se un bambino ha atteggiamenti strani, è evidente che ha qualcosa; ma non è detto che questo qualcosa dipenda sempre da patologie mentali/psichiche o traumi infantili. L’atteggiamento strano è l’ effetto, la manifestazione, la spia, ma la causa potrebbe essere fisica. E nel commento citavo una situazione reale che si sta avviando a soluzione. Tutto qui. Castàlia bye

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *