La suora infelice

1 ragazza e fatta entrare in convento senza vocazione e da qui iniziano le sue traversie. Non riesce ad adattarsi alla vita monastica e per questo scrive di nascosto una supplica al vescovo, ma la madre suxiora se ne accorge e la interroga a proposito. Subisce vessazioni e maltrattamenti nell’istituto, non le danno vestiti per cambiarsi, la tengono a pane e acqua, le camminano addiruttura sopra quando xde i sensi perché troppo provata. Finalmente interviene il vescovo, la interroga a proposito della sua fede e dei maltrattamenti che subisce. Dunque ordina il suo trasferimento in 1 altro convento. Arrivata qui le cose sembrano andare x il meglio ma durerà poco. Le monache sono gioviali e più xmissive, ma la suxiora lesbica si innamora di lei. La ragazza non sa cosa fare e fugge dal convento insieme al prete. Va a vivere in campagna dove svolge lavori agricoli. Successivamente non so come si trova in 1 casa chiusa e qui si suicida. .

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in anni 60, anni 70, anni 80, Film dimenticato, francese, religioso. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    3 risposte a La suora infelice

    1. avatar Castàlia scrive:

      Mi ricorda in parte “Magdalene”, ma è del 2002

      https://it.wikipedia.org/wiki/Magdalene

      Ciao, Castàlia

    2. avatar Sonia scrive:

      Suzanne simonin la religiosa (1966)
      http://www.mymovies.it/film/1966/susannasimoninlareligiosa/
      film completo

      ciao sonia

    3. avatar Castàlia scrive:

      Dopo la versione del 1966, nel 2013 è stato realizzato il secondo adattamento dal titolo La religiosa (La religieuse), sempre tratto dell’omonimo romanzo di Denis Diderot. Castàlia bye

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *