ragazzo americano torna alla casa del padre professore defunto – Risolto

Un ragazzo americano torna alla casa del padre professore, defunto, che durante il suo matrimonio aveva intrattenuto una relazione con una sua studentessa minorenne, successivamente suicidatasi sotto un treno. Il ragazzo, con una serie di indizi ed anche grazie ad alcuni fenomeni paranormali, scopre che la ragazza non si era suicidata, come tutti credevano, ma viene uccisa dalla madre, avvolgendola in un plaid e portandola sui binari, dimenticando nel baule di una macchina l’apparecchietto dei denti, successivamente ritrovato dal ragazzo e una boccetta di smalto, trovato in un tombino della villa. Capisce che fu la madre, ritrovando un gettone di partecipazione ad una gara di statue fatte di ghiaccio, dove lui stesso subì una grande delusione, essendosi sciolta la scultura fatta da lui, aspettando invano la madre per ore, che aveva fatto tardi per uccidere la ragazza e farne sparire il corpo. Nel film c’era anche una segretaria figlia dell’avvocato a cui lui si rivolge, che ha un bambino che tiene in ufficio con lei dentro un box e che cerca di aiutarlo.

Questa voce è stata pubblicata in americano, anni 80, drammatico, Film dimenticato, film tv, giallo, horror, italiano, noir, psicologico, surreale, thriller, titolo scoperto. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    5 risposte a ragazzo americano torna alla casa del padre professore defunto – Risolto

    1. avatar orazio scrive:

      Dovrebbe trattarsi di “Dove comincia la notte” (1991), diretto da Maurizio Zaccaro
      e sceneggiato da Pupi Avati. A mio avviso è un ottimo film, tra horror e paranormale, molto originale e decisamente inquietante. Qui lo trovi completo:

    2. avatar marisa scrive:

      Grazie a tutti e due -- il film è proprio quello -- mi ricordavo che c’entrava pupi avati, ma siccome non era il regista, non riuscivo a rintracciarlo -- grazie di cuore a tutti e due.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *