due sorelle in conflitto

Ricordo due sorelle, una molto gelosa dell’altra. In una sequenza una delle due, va dal parrucchiere, tinge i capelli di biondo, si trucca e si veste come l’altra. Credo vada a un appuntamento e li dopo un po, si suicida gettandosi dal balcone di un palazzo.

Questa voce è stata pubblicata in americano, anni 50, bianco e nero, Film dimenticato, giallo, noir, psicologico, thriller. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    6 risposte a due sorelle in conflitto

    1. avatar Sonia scrive:

      può essere : Chi giace nella mia bara? 1964
      http://it.wikipedia.org/wiki/Chi_giace_nella_mia_bara%3F

      ciao sonia

      • avatar giancarlo scrive:

        Grazie Sonia. Il tuo suggerimento mi ha incuriosito. Ho trovato il film e l’ho visto proprio oggi. Non è il film che cercavo, ma fa parte del genere di pellicole che amo molto.Il tuo aiuto mi ha,comunque fatto vedere,un film gradevole!

    2. avatar francesca scrive:

      Trama

      Nel 1917 Baby Jane Hudson è un enfant prodige: grazie alla sua bellezza e alle doti canore, gira per i teatri di vaudeville degli Stati Uniti insieme a suo padre che, oltre a farle da manager, l’accompagna nelle sue esibizioni in palcoscenico. Il successo è tale che viene addirittura creata la bambola in porcellana “Baby Jane Hudson”; le bambole vanno a ruba e Baby Jane assume ben presto atteggiamenti da star viziata e capricciosa trattando tutti, e particolarmente la timida sorella maggiore Blanche, in modo altezzoso e sprezzante.

      Lo scenario cambia radicalmente quando le due sorelle crescono. Con l’adolescenza, infatti, Jane perde tutta la sua freschezza; il suo modo di ballare e recitare non incontra più il favore dei produttori e per lei iniziano i fiaschi, che la portano a darsi all’alcol: si presenta spesso ubriaca sul set causando vari problemi, e finisce così la sua carriera artistica. Blanche, che si è fatta bellissima, diventa invece una delle attrici più brave, acclamate e pagate nello star system hollywoodiano degli anni 30. Memore di una promessa fatta alla madre, la ragazza cerca comunque in tutti i modi di risollevare la carriera della sorella, arrivando a imporre ai propri produttori di garantire un certo numero di film anche a lei.

      Una sera del 1935 Blanche si frattura la colonna vertebrale ed è costretta per il resto dei suoi giorni su una sedia a rotelle interrompendo tragicamente la sua brillante carriera. L’incidente ha tuttavia dei contorni poco chiari ma pare che sia stata investita proprio da Jane, ubriaca e invidiosa, nel momento in cui era scesa dall’automobile per andare ad aprire il cancello di casa.

      L’azione si sposta al 1962. Jane, ultracinquantenne ormai alcolizzata e psicolabile, sottopone l’invalida Blanche a continue angherie per vendicarsi del successo e della popolarità che -- nella sua mente contorta -- la sorella le avrebbe rubato. In un folle delirio, decide addirittura di rimettere in scena il suo numero migliore cantando la canzone I’ve written a letter to daddy; allo scopo coinvolge anche un pianista sbandato, Edwin Flagg, che vive con l’anziana madre.

      Blanche, intanto, tenta di convincerla ad accettare di farsi curare in una clinica psichiatrica, ma Jane naturalmente non vuole neanche sentirne parlare. Durante un’uscita della sorella, Blanche riesce a scendere dalla carrozzina e a trascinarsi giù per la scala fino al pianterreno, per telefonare al medico in cerca di aiuto; trovandola così al suo rientro in casa, Jane la picchia, le lega i polsi con una corda alla spalliera del letto e la chiude a chiave in camera sua.

      Il progetto con il pianista fallisce miseramente quando l’uomo, casualmente, scopre la segregazione di Blanche e fugge via terrorizzato; quando poi anche Elvira, la domestica, fa la stessa scoperta, Jane la uccide con una martellata e la situazione precipita. Jane, impaurita, sembra addirittura ricercare protezione e affetto in Blanche e in un momento di regressione infantile decide di portare la sorella, ormai esanime, sulla spiaggia dove cantava destando l’attenzione e l’ammirazione dei bagnanti.
      Joan Crawford interpreta Blanche Hudson.

      Blanche, in fin di vita, le confessa la verità: al contrario di quanto sempre sostenuto, era stata lei a tentare di investirla a causa dell’umiliazione che aveva subito dalla sorella davanti a tutti al party da cui erano di ritorno. Jane però, accortasi di ciò che Blanche voleva farle, si era spostata appena in tempo e così era finita lei contro il cancello. Uscita a stento dall’auto dopo che Jane era fuggita sconvolta, Blanche si era trascinata davanti al cofano fingendo di essere stata investita e sostenendo questa versione alla polizia accorsa dopo l’accaduto.

      Jane era stata ritrovata il giorno dopo ubriaca e spaesata in un motel e Blanche aveva approfittato del fatto che lo shock aveva rimosso dalla sua mente le reali dinamiche dell’incidente; Jane era così vissuta con un forte senso di colpa, ritrovandosi sola contro tutti.

      Definitivamente regredita all’infanzia, Jane dice a Blanche teneramente “Allora in tutti questi anni avremmo potuto essere amiche” e corre a comprare un gelato in un chiosco poco distante, dove viene notata e riconosciuta da due poliziotti che le chiedono di condurli dalla sorella, della quale nel frattempo erano scattate le ricerche. Circondata da una piccola folla incuriosita -- che Jane nella sua follia pensa sia sopraggiunta per vedere Baby Jane esibirsi di nuovo -, invece di rispondere, la donna inizia a canticchiare e a cimentarsi in un macabro balletto; gli agenti riescono a vedere Blanche, avvolta dalla sorella in una bianca coperta sotto il sole ormai cocente, e le si avvicinano per constatare se sia viva o morta.

      Che fine ha fatto Baby Jane?
      Da Wikipedia, l’enciclopedia libera.

    3. avatar marisa scrive:

      Un bacio prima di morire -- Sean Young e Matt Dillon

      • avatar giancarlo scrive:

        Ho visto : Il bacio prima di morire, e anche la versione del 56 tratta dallo stesso romanzo, ma non è quello che cercavo! Grazie , comunque per la tua disponibilità.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *