Film su un uomo che diventa sosia di Stalin

Film russo trasmesso su Fuoriorario tanti anni fà, bianco e nero sottotitolato in italiano. Un uomo molto robusto vive con una donna in una soffitta o baracca e ci sono panni stesi dappertutto, scherzano poi fanno l’amore. Lui assomiglia a Stalin, aspetta qualcuno ad una fermata e dei ragazzini lo insultano. Poi si trova rinchiuso su un vagone merci di un treno che sembra attraversare la Siberia, di notte viene violentato da altri passeggeri disperati e con un tubo viene sodomizzato e picchiato. Alcuni soldati successivamente ad una sosta si accorgono di lui che sulla neve si lava e cerca di riprendersi dalla violenza subita. Credo che vedendo in lui la somiglianza a Stalin lo portino al palazzo a questo punto, lo vestono e lo preparano come sosia…..poi non ho potuto piú continuare la visione.

Questa voce è stata pubblicata in anni 50, bellico, bianco e nero, drammatico, Film dimenticato, russo, storico. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *