depressione post-partum

Salve a tutti, mi ricordo di un film che ho visto sulla rai, un cortometraggio o la prima storia di un film a episodi, forse di più registi/e.
E’ stato trasmesso una decina di anni fa, probabilmente il giorno della festa delle donna o della mamma, perché tutti gli episodi erano legati al tema della donna.
Mi ricordo solo il primo episodio: Una donna giovane, capelli mori e cresci legati a coda, sta vivendo un disagio post-partum.
Con il neonato è fredda e scostante, non lo prende mai in braccio e non sa come comportarsi. Un giorno sola in casa, si sente soffocare e decide di uscire per fare una corsa nel parco vicino, mentre il bambino dorme.
Al rientro però si accorge che nella fretta si è dimenticata le chiavi di casa.
Disperata al pensiero del bambino solo in casa, chiama i pompieri.
I pompieri arrivano e si apprestano ad entrare dalla finestra, mentre uno di loro fa molte domande alla donna, facendole capire che per una cosa del genere rischia la denuncia per abbandono di minore.
Il pompiere si dimostra comprensivo. Quando la donna riabbraccia finalmente il figlio con le lacrime agli occhi, si intuisce che il suo disagio sta migliorando.
Finisce così questo episodio. Gli altri sono altre storie con altri personaggi, ma sempre legati al tema della donna.
Vorrei solo precisare che la donna non è sola, cioè ha un marito e una madre che l’aiuta e la chiama al telefono, ma in quel momento lei è sola in casa con il bambino e decide di uscire lo stesso.
La storia si ambienta in una città, forse Roma.
La produzione è italiana, forse RAI, con attori italiani, e degli anni 2000.
Grazie del vostro aiuto.

Questa voce è stata pubblicata in anni 2000-attuale, cortometraggio, drammatico, film a episodi, Film dimenticato, italiano, sociologico. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *