un uomo e un ragazzo si sfidano con un gioco psicologico

Il film si ambienta in una casa, una bella casa di un uomo ricco.
Unici due protagonisti lui e un bel ragazzo biondo dal capello lungo.
L’uomo di terza età pare abbia scoperto il tradimento della moglie con questo ragazzo….
L’uomo spara al ragazzo e il film da credere che sia stato realmente ucciso.
Si presenta a casa dell’uomo sempre il ragazzo travestito da ispettore della polizia per porre delle domande circa la scomparsa del ragazzo.

Si scopre che l’ispettore è il ragazzo.
Inizia tra i due un gioco psicologico di verità/bugia molto molto interessante e appassionante…
La donna non si vede mai se non solo la sua presenza sul finale quando torna a casa.

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in americano, anni 2000-attuale, anni 2010, battute, erotico, Film dimenticato, giallo, inglese, psicologico, sentimentale, thriller. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    2 risposte a un uomo e un ragazzo si sfidano con un gioco psicologico

    1. avatar Castàlia scrive:

      “Sleuth -- Gli insospettabili (Sleuth)”, 2007. E’ il remake del film “Gli insospettabili”, 1972, diretto da Joseph L. Mankiewicz, tratto dal testo teatrale di Anthony Shaffer. Il remake è stato riadattato per lo schermo dal Premio Nobel per la letteratura Harold Pinter. Il film si svolge interamente nella casa dello scrittore di libri gialli e la donna contesa tra i due uomini non apparirà mai in scena.

      https://it.wikipedia.org/wiki/Sleuth_-_Gli_insospettabili

      Ciao, Castàlia.

      • avatar Castàlia scrive:

        Eccome se il gioco psicologico è appassionante!!! Non dimentichiamo che il marito della donna è un autore di gialli… quindi…tutto si spiega. Diversamente non poteva essere. bye Castàlia.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *