Western americano in cui soldati bianchi lottano contro gli indiani e il protagonista fa “da spola” – Risolto

Un gruppo di soldati scorta dei coloni, tra cui molte donne e bambini, all’interno di un forte protetto dall’esercito. Il protagonista fa parte della scorta o addirittura la capeggia (non ricordo però se è un soldato o lo è stato o non lo è proprio), è guardato con diffidenza dagli altri perchè conosce bene gli indiani e vi è a stretto contatto (innamorato di un’indiana, forse proprio della figlia del capo tribù). Tra i coloni c’è una donna bionda, vedova, con un figlio pubere che s’innamora del protagonista, il cui cuore è però dell’indiana; la donna è invece corteggiata da uno dei coloni che mi pare fosse un allevatore di bovini, a cui ovviamente lei non dà retta. Quando arrivano al forte c’è minaccia di un attacco da parte degli indiani, ma il protagonista si offre di mediare, cosa che l’esercito gli lascerà fare ma con grande diffidenza e riluttanza. Morale della favola, dopo una seria di pseudo scontri e battaglie, alla fine gli indiani non sferrano il grande attacco, la bionda si sposa con l’allevatore di bovini e il protagonista se ne torna felice e contento dagli indiani.

Questa voce è stata pubblicata in americano, anni 50, anni 60, anni 70, Film dimenticato, titolo scoperto, western. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    Una risposta a Western americano in cui soldati bianchi lottano contro gli indiani e il protagonista fa “da spola” – Risolto

    1. avatar Fabiana scrive:

      Come non detto, sono riuscita a trovarlo smile Lascio comunque i riferimenti, potrebbe interessare a qualcuno: Il cacciatore di indiani, con Kirk Douglas (1955).

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *