Un uomo ascende al Paradiso accompagnato da un angelo (o spirito guida)

Appassionati e utenti di MemoCinema,

ho già inviato questa richiesta il 2 febbraio 2014 con un titolo quasi uguale e di nuovo il 3 aprile 2014 col titolo “Vecchie ricerche irrisolte: due film, una canzone e uno spot”.
Ripeto la richiesta per riunire tutti i particolari ed escludere film che mi sono stati suggeriti da volenterosi utenti, così da ottenere una richiesta più facile da leggere e magari da risolvere. Naturalmente, chi vuole può rispondere anche alle altre due richieste di cui sopra.

Anno in cui lo vidi: tra il 1969 e il 1972.

Apparente anno di produzione: tra il 1935 e il 1965. Dal contrasto delle immagini sembrava un film girato su pellicola in bianco e nero originale. La luce era molto chiara, diurna. La durata non doveva superare i 60 minuti.

Nazione di produzione: non ho idea.

Canale televisivo: RAI (c’era solo quella).

Orario pomeridiano o preserale, prima del Telegiornale delle 20:00.

La scena con tutti i dettagli che ricordo:

Un uomo di età compresa tra i trentacinque e i sessantacinque anni (non posso essere meno approssimativo) sta salendo per una scalinata ampia, di pietra bianca o molto chiara, accompagnato da quello che potrebbe essere un angelo o (meno probabilmente) uno spirito guida. Non ci sono altre figure oltre a loro due.

L’uomo era vestito con abiti attuali per l’epoca di realizzazione, mediamente eleganti, non di gala ma neanche trasandati; non era una divisa, né erano abiti da lavoro.

La scalinata era semplice, non ripida e senza parapetti ai lati, con i gradoni lunghi, larghi e piuttosto bassi.

La figura angelica era snella, esile, adolescenziale, efebica, scelta appositamente perché non se ne capisse chiaramente il sesso e comunque giovanissima. Mi ricordo che aveva i capelli corti, non certo la riccioluta o lunga chioma bionda dell’iconografia sugli angeli.
Indossava una tunica bianca (non mi ricordo la lunghezza) minimale, forse con le braccia scoperte, forse no.

Si capiva – soprattutto alla fine della scena – che quello era un luogo metafisico, il Paradiso o comunque l’aldilà.

La musica in sottofondo era in crescendo, dalle note via via più acute e suonata con strumenti classici soprattutto ad arco o a corda: violini, viole, violoncelli, arpe.

A un certo punto, la figura angelica scriveva (o incideva o tracciava) su un gradone della scala un nome e diceva all’uomo: “E’ il mio nome”. Nel mio vago ricordo erano caratteri dell’alfabeto greco antico o comunque non facilmente leggibili.

Mi pare che la scena si concludeva con l’ascesa totale fino alle nuvole o a una fonte di luce radiosa, quindi l’uomo doveva essere morto e l’angelo lo accompagnava in Paradiso, senza però rivelargli sùbito dove stavano andando. Questa era l’atmosfera delicata, intimista, filosofica, un po’ escatologica, confermata dal nitido ricordo di una frase di mia nonna (seduta accanto a me) che alla fine mi disse: “Hai capito? Quello era un angelo che lo portava in Paradiso”.

Esclusioni:

Non è “Scala al paradiso” (“A Matter of Life and Death”) del 1946

Non è “Heavenly Music” del 1943. Nella mia scena non c’era nessun altro oltre all’uomo e all’angelo e comunque l’atmosfera non era parodistica, con commissioni esaminatrici, uffici paradisiaci preposti, ecc.

Non è “Escape into Dreams” del 1955. Nella mia scena non c’era alcun campo da golf.

Non è “La vita è meravigliosa” (It’s a Wonderful Life”) del 1946. Nella mia scena l’uomo doveva essere già morto, non sul punto di suicidarsi.

Non sono “Il paradiso può attendere”, né “Date With an Angel”, troppo recenti.

Questo è quanto. Più che ricerche in siti di cinema, attendo sforzi da memorie elefantesche, soprattutto sugli -anta. Grazie.

Questa voce è stata pubblicata in anni 30, anni 40, anni 50, anni 60, Film dimenticato, intimista, onirico, poetico, religioso. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    69 risposte a Un uomo ascende al Paradiso accompagnato da un angelo (o spirito guida)

    1. avatar Castàlia scrive:

      Sollevo quella tua richiesta (primo link sotto il Leggi anche), nella quale chi si cimenterà nell’impresa potrebbe scorgere un quid illuminante

      http://www.memocinema.com/?p=82207

      Ciao, Castàlia.

    2. avatar nya74 scrive:

      Ciao. Ho trovato questo:
      http://www.sguardidessai.com/saggi-e-documenti/30-polvere-dangeli-indicazioni-filmografiche
      Essendo molti titoli non saprei quale in particolare potrebbe essere quello che cerchi. Però sto dando un’occhiata a tutti. Magari vuoi dare uno sguardo anche tu. In due è meglio che in uno, anche perché tu sai cosa cerchi, io devo interpretare… ;-P

    3. avatar Castàlia scrive:

      Ciao Nya: l’elenco viene dimezzato dai dati cronologici. Il film che cerca Angelo rientra in anni 30, anni 40, anni 50, anni 60. Quindi gli altri sono automaticamente esclusi. Ciao, Castàlia.

    4. avatar Angelo S. scrive:

      Grazie Nya74, la lista è utile. Con un po’ di tempo guarderò quelli anteriori al 1972. Ci sono un paio di titoli che m’ispirano … ci spero.

    5. avatar Angelo S. scrive:

      Mi dispiace ma non è nessuno di quelli della lista di Nya74. Li ho cercati, ho guardato le immagini, i video e nessuno corrisponde.
      Per cercarlo anno per anno -- come suggerito da Francesca -- l’impresa diventa titanica.
      Io spero che qualcuno si ricordi proprio la scena (direi che i dettagli che ho fornito sono piuttosto precisi) e naturalmente il titolo là per là, senza ricerche meticolose che richiederebbero davvero mesi e mesi.

    6. avatar Francesca scrive:

      ricordo la scena descritta…..non riesco a ricordare il titolo del film o telefilm…..ricordo anche la canzone poichè vivevo a BARI, ma non ricordo il titolo….potrebbe essere JEAN SEBERG…..negli anni 60 vi erano diverse attrici francesi di corporatura minuta…..lei aveva i capelli molto corti ed era minuta…..buona parte dei film di WIKI non credo che lo siano…..poichè li ho visionati quasi tutti…..sia all’epoca e sia ora quando vengono programmati…..non credo che nel titolo via sia qualcosa che faccia riferimento al paradiso, la scena deve essere iniziale o finale……non mi sembrano film italiani anni 40-50-60…..non credo vi siano attrici di tal fisico…..mi sembra più un film francese che di altre nazioni…..

    7. avatar Angelo S. scrive:

      Non è “Angelica ragazza jet”. Era uno dei film della lista di Nya74 e l’avevo già escluso. E’ troppo commedia, quello che ricordo io era molto filosofico, serio insomma.
      Poi, mi ricordo che l’attrice che interpretava l’angelo non era solo minuta, ma proprio adolescenziale, efebica; Romy Schneider era piuttosto femminea anche da giovanissima. Comunque una puntualizzazione: il personaggio di Angelica era interpretato da Michèle Mercier, non da Romy Schneider (famosa piuttosto per la Principessa Sissy), chiusa parentesi non pertinente, torniamo al film del paradiso.
      Francesca scrive bene che la scena doveva essere finale e pure il suggerimento di Jean Seberg è utile. Forse non era lei, però la figura esile e con i capelli corti era molto simile alla sua.
      Continuiamo nella ricerca o nella spremuta di memoria.

    8. avatar Angelo S. scrive:

      Insieme ad altre ricerche, sto tentando con il sito
      http://www.tv-pedia.com/zapzaptv/viewtopic.php?f=2&t=4462&sid=b5611c42f23808a15629d611e080aef4

      che mi fu segnalato dall’utente Sirio per una precedente richiesta e in quel caso la risolse.
      Il limite del summenzionato sito è che elenca soltanto i programmi pomeridiani “Per i più piccini” e “La TV dei Ragazzi”, quindi se quel film che cerco fu trasmesso dopo tale fascia oraria, cioè immediatamente prima del Telegiornale serale, allora è inutile cercarlo là.
      Ci provo comunque.

    9. avatar Francesca scrive:

      di attrici ve ne sono un’infinità, più o meno note……non è semplice individuare l’attrice……da quello si risale al titolo….IN MENTE mi vengono TANTI nomi…..molte sono anche le cosiddette attrici di serie B…..

    10. avatar Angelo S. scrive:

      Tempo fa, l’utente Sirio m’indicò questo utilissimo sito:
      http://www.tv-pedia.com/zapzaptv/viewtopic.php?f=2&t=4462&sid=c10993b5c9109400661b3ce73dc68cee

      Lo consulterò perché quella volta mi permise di risolvere il dubbio.
      Il limite di tale sito è che elenca soltanto i programmi della “TV dei Ragazzi”, quindi se il film che cerco andò in onda in fascia oraria successiva, là non lo trovo.
      Ci provo.

    11. avatar chribio scrive:

      @ “Angelo S.” : in merito al Sito “Zap-Zap tv” bisogna spulciarlo bene per trovare la Pagina giusta con elenco di Programmi tv non solo della “Tv dei Ragazzi” … casomai prova a chiedere postando una domanda sotto la voce “Programmi tv” ;) ! Saluti e Good luck !

    12. avatar chribio scrive:

      Per “Zap-Zap tv” bisogna cercare bene o magari postare una domanda sotto la voce “Programmi tv” cosi’ magari possono aiutarti : non hanno solamente una Pagina specifica per la “Tv dei Ragazzi” ma ne hanno molte altre per svariati altri lunghi Programmi tv !

    13. avatar sirio scrive:

      Ciao angelo, mi fa piacere scoprire che ti ero stato d’aiuto,la tua ricerca aveva incuriosito anche me, quindi come si chiamava il telefilm che cercavi quella volta?

    14. avatar Francesca scrive:

      Sul sito RAI può cercare tra la voce RAI Ricerca Programmi….vi sono elencati una serie di trasmissioni tv…dagli albori ai giorni nostri…..vi è anche il sito ANIMA MIA….con riferimento alla trasmissione tv….che riporta alla mente….ogni genere di ricordi lontani televisivi e non…..oppure i vari forum con riferimento alle epoche passate….

      [ITA] M Il Mostro di Dusseldorf -- The Monster of Dusseldorf ……Fritz Lang 1931

    15. avatar Angelo S. scrive:

      Il film che trovai in “Zap-Zap TV” era il polacco “Motyle” (“Farfalle per un’estate”) trasmesso nel 1975 e da me segnalato come risolto sotto la richiesta “TV dei Ragazzi anni ’70 -- Adolescenziale senza lieto fine”. Ma ora torniamo all’introvabile scena con l’angelo. Speriamo nello stesso buon esito.

    16. avatar Francesca scrive:

      Visioni il film M il mostro di DUSSELDORF…..vi sono delle corrispondenze….spesso qui in zona viene passato sulle tv locali…..su youtube vi è il film per intero….

    17. avatar chribio scrive:

      Cioe’,non per disilludere l’Utente ma ho appena ri-visionato “M Il Mostro di Duesseldorf” da una vecchia copia con pezzi nuovi ma tutto quello elencato dall’Utente proprio non esiste in questo Film.
      Pensavo fosse qualcosa verso la fine della pellicola ma neanche li’,anzi ,ci troviamo davanti una specie di Giuria assai incattivita (giustamente …) tra l’altro ma personalmente siamo fuori tema.

    18. avatar CilloXX scrive:

      Non credo sia quello che cerchi anche se qualcosa in comune potrebbe esserci, comunque mi è venuto in mente il film “È più facile che un cammello…” del 1950.
      È la storia di un ricco industriale, interpretato da Jean Gabin, che muore in un incidente e si ritrova in una specie di limbo dove una figura misteriosa gli comunica che finirà all’nferno per i vari peccati commessi in vita, ma lui riesce a farsi concedere ancora una giornata sulla terra per redimersi. Alla fine riesce nel suo intento e va in paradiso.
      In giro ho trovato solo questa sequenza (in francese) dove lui muore e incontra questa strana figura.
      Ricordo che alla fine del film lui ritorna in questa specie di limbo e gli viene detto che può salire in paradiso, poi mi pare che lui vada verso una luce ma non ricordo scale, ne soprattutto tutta la parte con il nome dell’angelo.

    19. avatar Barbara C. scrive:

      Vorrei fare i complimenti a Francesca per l’analisi del doppiaggio smile
      Ancora non ho mai visto il film ma recupererò…
      Io ho continuato nelle ricerche ma non ho trovato ancora nulla degno di nota sad
      Speriamo che prima o poi ne verremo a capo!
      Ciao a tutti,
      Barbara

    20. avatar chribio scrive:

      Comunque casomai “M,il Mostro di Dusseldorf” lo danno questa Domenica su “La 7”.

    21. avatar Angelo S. scrive:

      Non è “M -- Il mostro di Dusseldorf”, è proprio tutto un altro film.

      La sequenza di “E’ più facile che un cammello…” non mi dice granché, perché nelle mie reminiscenze il volto della figura angelica si vedeva benissimo, non era in controluce, né misterioso. Poi, mi ricordo una luce chiara, diurna, non nebulosa come nella scena segnalata.
      Io non ricordo alcuna canzone in italiano, tanto meno “Che calor!”, ma va detto che di quel film vidi solo una sequenza. Sarebbe meglio trovare altre scene.

      Tuttavia, la direzione è quella giusta, cioè un’ambientazione metafisica, ultraterrena, senza uffici preposti allo smistamento delle anime, né commissioni esaminatrici, né altri elementi parodistici del genere.
      Anche la figura dell’angelo (o spirito) è come la ricordo, eterea e slanciata, non certo una figura decisamente femminile con le relative curve.
      Proseguiamo quindi in tale direzione.

      P.S.: se può interessare, anch’io sono appassionato di doppiaggio e doppiatori

    22. avatar Angelo S. scrive:

      Non è “M -- Il mostro di Dusseldorf”, è proprio tutto un altro film.

      La sequenza da “E’ più facile che un cammello…” non mi dice granché, perché nelle mie reminiscenze il volto della figura angelica si vedeva benissimo, non era misterioso, né in controluce. Poi, mi ricordo che la luce era diurna, chiara, non nebulosa come nella scena di cui sopra. Infine, non ricordo alcuna canzone in italiano, tanto meno “Che calor!”, però va detto che vidi soltanto una sequenza. Sarebbe meglio trovare altri spezzoni o magari il film intero.

      Tuttavia, la direzione è quella giusta: un’atmosfera metafisica, ultraterrena, senza uffici preposti allo smistamento delle anime, né commissioni esaminatrici, né altri elementi parodistici del genere.
      Anche la figura angelica del video è corrispondente al mio ricordo, eterea, senza curve femminili.
      Proseguiamo così, grazie per i vostri suggerimenti.

      P.S.: se può interessare, anch’io sono cultore di doppiaggio e in parecchi mi hanno detto che ho la voce da doppiatore o da speaker radiofonico. Peccato che in MemoCinema non posso farvela ascoltare.

    23. avatar Francesca scrive:

      lei è quello che cercava il titolo di una canzone trasmessa a fine anni 70 in una radio pugliese, la pubbicità di un’auto anni 80 toyota…..e due film, di cui uno siamo arrivati a soluzione.,….se non solamente questo film…..poteva trasmettere alla radio….se lei vive o viveva in puglia, vi sono e vi erano diverse radio e tv locali….

      Regista cinematografico

      Crisi (Kris) (1946)
      Piove sul nostro amore (Det regnar på vår kärlek) (1946)
      La terra del desiderio (Skepp till India land) (1947)
      Musica nel buio (Musik i mörker) (1947)
      Città portuale (Hamnstad) (1948)
      La prigione (Fängelse) (1949)
      Sete (Törst) (1949)
      Verso la gioia (Till glädje) (1949)
      Ciò non accadrebbe qui (Sånt händer inte här) (1950)
      Un’estate d’amore (Sommarlek) (1951)
      Donne in attesa (Kvinnors väntan) (1952)
      Monica e il desiderio (Sommaren med Monika) (1953)
      Una vampata d’amore (Gycklarnas afton) (1953)
      Una lezione d’amore (En lektion i kärlek) (1954)
      Sogni di donna (Kvinnodröm) (1955)
      Sorrisi di una notte d’estate (Sommarnattens leende) (1955)
      Il settimo sigillo (Det sjunde inseglet) (1957)
      Il posto delle fragole (Smultronstället) (1957)
      Alle soglie della vita (Nära livet) (1958)
      Il volto (Ansiktet) (1958)
      La fontana della vergine (Jungfrukällan) (1960)
      L’occhio del diavolo (Djävulens öga) (1960)
      Come in uno specchio (Såsom i en spegel) (1961)
      Luci d’inverno (Nattvardsgästerna) (1963)
      Il silenzio (Tystnaden) (1963)
      A proposito di tutte queste… signore (För att inte tala om alla dessa kvinnor) (1964)
      Persona (1966)
      Stimulantia (1967) -- episodio “Daniel”
      L’ora del lupo (Vargtimmen) (1968)
      La vergogna (Skammen) (1968)
      Passione (En passion) (1969)
      L’adultera (Beröringen) (1971)
      Sussurri e grida (Viskningar och rop) (1972)
      Scene da un matrimonio (Scener ur ett äktenskap) (1973)
      Il flauto magico (Trollflöjten) (1974)
      L’immagine allo specchio (Ansikte mot ansikte) (1976)
      L’uovo del serpente (The Serpent’s Egg) (1977)
      Sinfonia d’autunno (Höstsonaten) (1978)
      Un mondo di marionette (Aus dem Leben der Marionetten) (1980)
      Fanny e Alexander (Fanny och Alexander) (1982)
      Dopo la prova (Efter repetitionen) (1984)
      Vanità e affanni (Larmar och gör sig till) (1997)

      Regista televisivo

      Venetianskan (1958)
      Rabies (1959)
      Oväder (1960)
      Ett Drömspel (1963)
      Don Juan (1965) -- miniserie
      Il rito (Riten) (1969)
      Misantropen (1974)
      Il ballo delle ingrate (De fördömda kvinnornas dans) (1976) -- cortometraggio
      Dopo la prova (Efter repetitionen) (1984)
      Karin’s Face (Karins Ansikte) (1984) -- cortometraggio
      Il segno (De Två saliga) (1986)
      Markisinnan De Sade (1992)
      Backanterna (1993)
      Sista Skriket (1995)
      Bildmakarna (il creatore di immagini) (2000)
      Sarabanda (Saraband) (2003)

      Solo sceneggiatura

      Spasimo (Hets) (1944)
      La furia del peccato o “La donna senza volto” (Kvinna utan ansikte) (1947)
      Eva (1948)
      La banda della città vecchia (Medan Stader Sover) (1950)
      I divorziati (Frånskild) (1951)
      La sesta coppia fuori (Sista paret ut) (1956)
      Luce nella notte (Nattens Ljus) (1957)
      Parco dei divertimenti (Lustgården) (1961)
      Pittura su legno (Trämålning) (1963) -- Film TV
      La riserva (Reservatet) (1970)
      The Lie (1970-73) -- Serie TV
      Den goda viljan (1991) -- Miniserie TV
      Con le migliori intenzioni (Den goda viljan) (1992)
      Il figlio della domenica (Söndagsbarn) (1992)
      Conversazioni private (Enskilda samtal) (1996) -- Film TV
      Il Fabbricante di immagini ( = Bildmakarna =
      L’infedele (Trolösa) (2000)

      questo è un regista dalle atmosfere METAFISICHE…..oltre che film dai toni pesanti, considerato che io amo tutto cio che propina la rete…..i film tra i piu sconosciuti possibili…..l’epoca d’oro del cinema americano, commedie leggere, film francesi…..tutti a parte…gli ultimi ma non tutti e la commedia all’italiana…..i film leggeri….epoca telefoni bianchi, guerra, dopoguerra, anni 60…..tutto di quanto più particolare possibile…..jean gabin è un grande….IL PORTO DELLE NEBBIE…..ma tutti di quegli anni …..sono GRANDI….più o meno noti…..molto bello è il film IL DIAVOLO in CORPO con GERARD PHILIPPE

    24. avatar Angelo S. scrive:

      Questa è la filmografia completa di Ingmar Bergman. Molto abbondante da visionare tutta in cerca di un solo film. Può darsi che sia una sua opera o forse no. Ci vorrà un bel po’ di tempo.

    25. avatar Francesca scrive:

      https://youtu.be/C4Ck8vOKLa0

      L’angelo sterminatore di LOUIS BUNUEL

      vi è anche ANNA DEI MIRACOLI

    26. avatar Angelo S. scrive:

      Apprezzo i tentativi di dare una soluzione ma “L’angelo sterminatore” e “Anna dei miracoli” non hanno nulla in comune con la scena che ho descritto.

    27. avatar Elio scrive:

      Non so se sia stato già menzionato, non ho letto tutti i post e in tal caso ni scuso. Ma a me pare sia L’inafferrabile signor Jordan (Here Comes Mr. Jordan) del 1941 regia di Alexander Hall con Robert Montgomery. Film che ha avuto due remakes, “Il paradiso può attendere” e “Ritorno dal paradiso”. Qualora non fosse un lungometraggio (e l’orario pre-serale in cui affermi di averlo visto lo lascerebbe presupporre, perchè la programmazione RAI prevedeva il film solo alle 21 lunedì sul primo canale e martedì sul secondo), ho un vago ricordo -- tutto da verificare -- di una scena simile in un telefilm della serie anni 60 “Ai confini della Realtà” .

    28. avatar Angelo S. scrive:

      No, non è “L’inafferrabile signor Jordan (Here Comes Mr. Jordan)” del 1941, è troppo commedia e non c’è alcuna scena con una figura angelica esile.

      Il suggerimento di “Ai confini della realtà” è molto utile, perché in effetti poteva essere anche una puntata di una serie; pensandoci meglio, non è detto che fosse un film. Grazie Elio.
      Seguirò anche l’indicazione di Chribio di contattare i redattori di Zap Zap TV per sapere qualcosa sui palinsesti di quel periodo.

    29. avatar Angelo S. scrive:

      Sto battendo la pista di “Ai confini della realtà”, titolo originale “The Twilight Zone”. In Wikipedia inglese c’è la lista di tutti gli episodi.
      Finora non ho trovato la minima traccia di ciò che cerco, neanche con la ricerca attraverso Google Immagini, digitando parole chiave.
      Tuttavia, avvaloro di nuovo la possibilità che possa essere una puntata di una serie e -- pur non abbandonando la pista del film -- estendo le ricerche in tale direzione alternativa. Grazie ancora a Elio che me l’ha fatto notare.
      Se solo ricordassi il nome che la figura angelica scrive sul gradone…

    30. avatar Francesca scrive:

      personalmente sto cercando in tutti i modi di RIMEMBRARE…..cerchi anche sui siti di programmi dell’epoca felice della tv….dal 60 al 70 ed oltre….noi bambini….

    31. avatar chribio scrive:

      https://www.youtube.com/watch?v=pWINujm3woU

      Dal minuto 1:06 dal Film “Io Ti salvero’ ” del 1946 !!!
      Mah !

    32. avatar Angelo S. scrive:

      No, in “Io ti salverò” non c’è niente di quello che cerco. Grazie comunque per il suggerimento. L’atmosfera onirica, non da commedia, va nella direzione giusta.

    33. avatar Angelo S. scrive:

      La ricerca di questo film (o puntata di telefilm) si è rivelata difficilissima anche questa volta.
      Andare per tentativi, digitando nei motori di ricerca parole chiave come “angelo”, “paradiso”, “film paradiso”, ecc. è molto dispersiva. Anche la ricerca nel sito di vecchi palinsesti Zap-zap TV richiede tempo e pazienza.
      Io spero sempre che qualcuno si ricordi proprio la scena e magari il titolo o gli attori, là per là. Questa sarebbe una botta di fortuna unica!

    34. avatar Francesca scrive:

      cerchi sul FARINOTTI 2016 ELENCO FILM e sul MORANDINI 2015 ELENCO TELEFILM e FILM…..vi sono ELENCATI i titoli in lingua originale con a fianco il titolo tradotto e le trame di ogni singolo film…..da qualche elemento può arrivare al TITOLO…..anche da una serie di titoli che possono essere adatti alla scena

    35. avatar Angelo S. scrive:

      Sì, questo consiglio è molto utile, però la ricerca su quei volumi è molto lunga, richiede parecchio tempo e certosina pazienza.
      Spero sempre che qualcuno scriva: “Conosco quella scena, è tratta da… [titolo]!”
      Magari!

    36. avatar chribio scrive:

      Questa e’ stranissima e non mi era mai capitata : dunque,l’altro ieri al Pomeriggio avevo immesso una Risposta al Film di “Angelo S.”,per tutto il resto della giornata non era presente.
      La mattina dopo con mio stupore vedo che era presente e ora vedo che non c’e’ piu’ !!!
      Comunque c’era l’allusione ad un Film del 1934 b/n ovviamente !

    37. avatar Angelo S. scrive:

      A Chribio: in attesa che ricompaia eventualmente il post… Qual era il film del 1934?

    38. avatar chribio scrive:

      Si,scusa “Angelo S.” ma effettivamente attendevo la rimessa della mia Risposta ma vedo che ormai pare andata persa … comunque,avevo pensato a questo http://www.filmtv.it/film/28151/la-pattuglia-sperduta/
      anche se pare leggermente azzardato.
      Se vuoi c’e’ anche la mia Recensione di qualche tempo fa e qualche Foto con una parte particolare di Boris Karloff tra l’altro.
      Ricordo che avevo fatto anche una battuta ad Angela ma non me la ricordo smile !!!

    39. avatar nya74 scrive:

      Ciao, continuo a pensare ad una cosa che forse non c’entra, ma se dovesse essere lo spunto giusto potrebbe essere un grande aiuto. La scena che descrivi io la ricordo… Non so come… forse è uno scherzo della memoria, non saprei come spiegarlo. La ricordo in bianco e nero, forse la tv di mia nonna era in bianco e nero… U_U comunque i ricordi mi portano in altra direzione. Ricordo che non era semplicemente un uomo che saliva al cielo, ma una visione di una scala con degli angeli che salivano e scendevano dal paradiso. Questo mi ha dato da pensare. Può essere che in realtà tu stia cercando un qualche film sul sogno di Giacobbe? Parlo del Giacobbe biblico ovviamente. E’ molto probabile che sia una baggianata quella che ho suggerito adesso, ma tentar non nuoce, no? Scusa ancora se non sono d’aiuto… ciao!

    40. avatar Angelo S. scrive:

      Nya74 suggerisce un film sul sogno di Giacobbe, però io ricordo che l’uomo era vestito con abiti del ventesimo secolo e l’angelo era uno solo. Escluderei film su quell’episodio biblico.

      “La pattuglia sperduta”, per quello che ho trovato (trama e immagini) non ha niente in comune con la scena che ho descritto.

      Grazie comunque per il costante interessamento.

    41. avatar Angelo S. scrive:

      Ancora niente. Le ricerche per argomento e tema affine non hanno prodotto risultati, ma io non demordo. Riporto all’attenzione questa mia richiesta, nel caso in cui qualche nuovo utente si ricordi la scena o voglia tentare una risoluzione.

    42. avatar chribio scrive:

      http://www.dailymotion.com/video/x2fyxn6

      Controllare PREGO a 1h: 01: 45” ca in poi … mah !!! mah !!! mah !!!

      • avatar Angelo S. scrive:

        No, è tutt’altro film. L’angelo (o lo spirito guida) era una figura adolescenziale ed efebica, probabilmente una ragazza esile, completamente differente da quella figura patriarcale o alla San Pietro che si vede nel filmato allegato.
        Grazie comunque del contributo.

    43. avatar chribio scrive:

      Era un tentativo perche’ avevo trovato per caso un pezzo di questo Film e vedendo una figura Religiosa e una scalinata pensavo d’essere sulla strada giusta.
      Avevo anch’io comunque notato delle forti differenze dal Tuo ricordo … alla prox. !

    44. avatar Angelo S. scrive:

      Per rispolverare questa annosa ricerca, ho pensato di concentrarla su pochi particolari chiave:

      . l’esclusione di tutti i film o telefilm posteriori al 1972
      . la giovane età e la figura adolescenziale, esile ed efebica dell’angelo o spirito, quindi escludendo figure decisamente femminee, con le relative curve e le lunghe chiome
      . la scritta apparentemente incomprensibile scritta o incisa dall’angelo su un gradone di quella che doveva essere la scala per il paradiso, accompagnata dalla frase: “E’ il mio nome”

      Poi, per tutti gli altri dettagli rimando gli interessati alla descrizione completa della trama a inizio pagina

      • avatar Angelo S. scrive:

        Cercando in Rete ho notato che tra i vecchi film sugli angeli in lingua inglese (prevalentemente statunitensi), che sono quelli più facili da trovare menzionati, neanche uno corrisponde al mio ricordo.
        Quindi, propendo per una ricerca più tra i vecchi film italiani, francesi, tedeschi o europei in genere.
        Chissà che un giorno di questi…

        • avatar Angelo S. scrive:

          E’ passato giusto un anno dalla pubblicazione di questa mia richiesta.
          Le risposte sono state tante, alcune molto lontane dalla soluzione, altre che sembrano avvicinarsi.
          I nuovi visitatori che vorranno interessarsi, troveranno qui i vari tentativi di suggerimento e le mie risposte a ognuno; ci vuole qualche minuto per leggerli tutti ma chissà che la lettura non ispiri l’indicazione giusta.
          Finora non ho ancora trovato la soluzione… e pensare che mi chiamo proprio Angelo.

          • avatar nya74 scrive:

            Ciao di nuovo, è possibile che stiamo andando fuori pista? Pensavo e ripensavo alla figura esile e adolescenziale che ricordi nella persona dell’angelo. Sicuro si trattasse di una donna? Non é che invece era un film talmente vecchio che l’angelo era interpretato da una figura maschile adolescente? Parlo di quando giravano i primi film e le donne ancora non venivano prese molto in considerazione… oltretutto il fattore magrezza a quell’epoca non esisteva nelle donne, che al contrario erano molto formose anche da piccole… ora le attrici sono anoressiche, ma prima… forse dobbiamo cercare in un’altra direzione… mah… continuo la ricerca… ciao

            • avatar Angelo S. scrive:

              Sì, in effetti poteva essere anche una figura efebica di un ragazzo adolescente, tuttavia nel ricordo annebbiato continuo a propendere per una ragazza con quelle stesse caratteristiche.

    45. avatar Angelo S. scrive:

      Ho segnalato più di una volta che l’angelo della scena scrive (o incide) il suo nome su di un gradone della scala molto probabilmente in antico greco.
      Ho appena trovato un sito con i nomi degli arcangeli scritti proprio con quei caratteri e ciò ha rafforzato molto il mio ricordo.
      Questo del nome scritto sulla scala è un particolare chiave, insieme alla sobrietà dell’ambientazione semplice, essenziale e all’assenza di altri personaggi oltre all’uomo e all’angelo.
      Sfortunatamente tale sito non mi aiuta, perché non mi ricordo affatto il nome scritto (o inciso) dalla figura angelica nella scena.

    46. avatar nya74 scrive:

      Questa immagine è tratta dal seguito “Così lontano, così vicino”…
      https://goo.gl/images/7LHF30

      • avatar Angelo S. scrive:

        Non può essere Il cielo sopra Berlino, né Così lontano, così vicino, che sono rispettivamente del 1987 e del 1993.
        Nella descrizione iniziale ho scritto che vidi il film ricercato tra il 1969 e il 1972 ed era un bel po’ più vecchio, poteva essere finanche degli anni ’40. Quindi vanno scartati tutti i film usciti dopo il 1972; l’ho riscritto più volte.
        Tuttavia, la figura che appare nell’immagine tratta da Così lontano, così vicino è abbastanza simile a quella che ricordo. Può servire come traccia per la ricerca.
        Grazie comunque per il costante interessamento.

    47. avatar chribio scrive:

      Beh effettivamente,quando ho letto le 2 proposte di “Nya” anch’io ho pensato al discorso di quando vedesti il Film e che non potevano essere quelli li’.
      Sono stato in silenzio perche’ la Richiesta non e’ mia e ho voluto attendere lumi dallo stesso Richiedente pero’ … pero’ anch’io sono rimasto positivamente basito dalla 1^ figura immessa come suggerimento perche’ effettivamente dei rimandi ci sono che potrebbero assai ricordare qualcosa !!!
      Purtroppo (ovviamente …) non posso aggiungere altro se non un in Bocca al Lupo per la soluzione del caso (che se andiamo avanti cosi’ mi sa’ che 2 Richieste vinceranno il Premio di quelle veramente INTROVABILI e piu’ durature nel Sito ;) ).

    48. avatar nya74 scrive:

      Immaginavo che i film suggeriti non fossero “quello cercato”, ma appunto volevo dare nuovi indizi con le immagini che mi hanno suggerito qualcosa… spero tramite immagine che si possa arrivare alla soluzione… confido nel grande team di memocinema!

    49. avatar Angelo S. scrive:

      Ho descritto la scena molto dettagliatamente e negli anni ho escluso vari titoli.
      Suggerire qualsiasi film che parla di angeli non è la direzione giusta; ci vuole qualcosa che corrisponda precisamente ai particolari che ho fornito.
      Anch’io sto provando a cercare parole chiave e immagini, non si sa mai…
      Grazie di nuovo per gli sforzi costanti.

      • avatar Nya74 scrive:

        Buongiorno, ricordi per caso il colore dei capelli della figura angelica? Corti come? Tipo a caschetto, o da maschio? Potrebbe trattarsi dell’attrice Louise Brooks?https://it.m.wikipedia.org/wiki/Louise_Brooks

        • avatar Angelo S. scrive:

          A caschetto direi proprio di no; piuttosto un taglio corto e questo lascia aperta la porta alla possibilità che fosse un adolescente maschio.
          Leggendo la biografia di Louise Brooks, scandalosa per la sua epoca, dubito che le avrebbero affidato il ruolo di un angelo in un film spirituale e filosofico.
          Grazie comunque per il suggerimento.

          • avatar Nya74 scrive:

            Figurati, ora ho anche più indizi per cercare altro… a presto… ^_^

            • avatar Angelo S. scrive:

              Ho guardato molte fotografie di Louise Brooks e posso escludere del tutto che l’angelo fosse lei: bellissima e molto fascinosa, inadatta a quella parte. Infatti nelle immagini si vede in ruoli completamente differenti.
              Proviamo con figure più “acqua e sapone”.

    50. avatar Angelo S. scrive:

      Ho provato digitando varie parole chiave nella ricerca Google per immagini, selezionando anche la ricerca di immagini in bianco e nero, ma non ho trovato ciò che cerco.
      Con “angels in films” e “angels in movies” compaiono tante immagini da film e telefilm ma nessuna che si avvicini neanche lontanamente a quella che ricordo.
      Con “stairway to heaven in movies” compaiono centinaia di foto dei Led Zeppelin, grandiosi ma completamente estranei a questa ricerca.
      Lo scrivo già da qualche anno: ci vuole una memoria super (e piuttosto stagionata) che ricordi proprio la scena e il film. Ci conto ancora.

    51. avatar Angelo S. scrive:

      Continuo a cercare in Google Immagini, selezionando quelle in bianco e nero, con varie parole chiave, specialmente in inglese (“angel writing his name”, “angel writing on the stairway”, ecc.) ma ancora non ho trovato quella scena o quel fotogramma.
      Conto tuttora sul vostro aiuto, sempre evitando di rivangare titoli che ho già ripetutamente escluso. Grazie a chi vorrà provare.

    52. avatar nya74 scrive:

      Ci sono! Non demordo…

    53. avatar nya74 scrive:

      A tal proposito… ripensando al sogno di Giacobbe… e cercando qui e là, sono arrivata ad un film francese del 1934, “La leggenda di Liliom” https://it.wikipedia.org/wiki/La_leggenda_di_Liliom
      in cui il protagonista deve espiare i suoi peccati dopo la morte e viaggia tra paradiso, purgatorio ed inferno… l’attrice che interpreta la figlia è molto graziosa, molto innocente… dai uno sguardo, non si sa mai.
      Poi continuando la ricerca del “sogno di Giacobbe” sono giunta ad un altro film… Giacobbe chiamava “porta del paradiso” ciò che aveva sognato… per cui ho cercato in quella direzione e:
      https://it.wikipedia.org/wiki/La_porta_del_cielo
      film italiano con un’attrice che potrebbe somigliare a quella della foto che avevamo trovato inizialmente… controlla. Almeno sono due titoli nuovi…
      Ciao!

      • avatar Angelo S. scrive:

        Non sono questi. Ne La leggenda di Liliom c’è proprio una di quelle rappresentazioni del paradiso come un commissariato, cosa che esclusi sùbito, già dall’inizio. L’ambientazione del mio ricordo era piuttosto metafisica.
        Ne La porta del cielo la trama è completamente diversa, si tratta di un gruppo di pellegrini in treno; non c’è alcun angelo.
        Grazie comunque per i tentativi.

    54. avatar Angelo S. scrive:

      Più lo cerco e più mi convinco che doveva essere di produzione europea, per lo stile. Naturalmente potrei anche sbagliarmi, ma propenderei per un film francese o italiano.
      In tale direzione ho cercato nelle filmografie di Blasetti, Alain Resnais, René Clair… ma niente. sad
      Comunque, per le ricerche darei priorità alla filmografia europea dagli anni ’40 agli anni ’60 (che comunque rimane vastissima).

    55. avatar Angelo S. scrive:

      Un altro anno è passato ma la soluzione non è arrivata. Le indicazioni fornite e le esclusioni sono moltissime, basta avere la pazienza di leggerle tutte qui sopra.
      Nel frattempo ho provato a consultare le filmografie di Roberto Rossellini, Jean Cocteau, René Clément, senza risultato.
      Aspetto con fiducia.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *