Intervista all’unico superstite di una spedizione con filmati

Una notte dei primi anno del 2000 ritrovandomi insonne mi seggo sul divano e cerco tra i canali di sky cinema qualcosa da vedere, trovo uno dei film più interessanti mai visti in vita mia, di cui purtroppo non ricordo più il nome.

Il film parla dell’unico superstite di una spedizione verso l’antartide partita da un paese nordico, se ricordo bene la norvegia. La trama è proposta come un’intervista a questo superstite da parte di un giornalista che fa visita al marinaio nelll’arco di diversi giorni, ogni giorno inizia con una breve introduzione tra il giornalista e il marinaio cui seguono stralci di filmati a detta del marinaio sopravvissuti alle avventure della ciurma.

I filmati iniziano fin prima della partenza vengono descritti i membri dell’equipaggio il motivo della spedizione a scopo scientifico per poi descrivere gli eventi accaduti. Bellissime le riprese del ghiaccio e la narrazione e tra filtri glaciali. I filmati sembrano essere girati con una vecchia fotocamera tuttavia la qualità non è male per niente l’effetto antico è ben proposto, il film non ricordo bene in quale anno è ambientato ma a giudicare dalla tecnologia presente direi tra gli anni 60 e i primi degli 80. la storia per quanto confusa nella mia testa la ricordo accattivante sia come premessa che come evoluzione.

Gli elementi della trama che mi ricordo meno vagamente:
– La spedizione doveva provare la presenza di un passaggio sotterraneo nell’antartico.
– La nave si blocca nel ghiacco presto nella narrazione lasciando la ciurma in balia delle intemperie.
– La ciurma nota la presenza a detta loro strana di animali e popolazioni indigene che non erano mai state documentate in precedenza in quella posizione.
– Un membro della ciurma impazzisce ed uccide degli indigeni che a quanto pare custodivano informazioni per lu importanti.
– La maggior parte della ciurma muore per il freddo la fame o cannibalismo.
– Verso la fine alcuni frammenti di filmato mostrano la presenza di un vulcano attivo in antartide.
– Il marinaio non è sicuro di come si sia salvato solo lui.
– Nel finale del film il marinaio consegna i filmati al giornalista. Al ritorno del giornalista per proseguire l’intervista il marianio è morto e quindi la storia si interrompe quasi bruscamente, con una nota del giornalista.

Per favore aiutatemi a trovare questo film!

Questa voce è stata pubblicata in anni 2000-attuale, anni 2010, anni 90, avventura, Film dimenticato, film tv, mistero. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    3 risposte a Intervista all’unico superstite di una spedizione con filmati

    1. avatar Anonimo scrive:

      avevo anche postato nel 2009 su questo altro sito, sonoproprio disperato http://www.cineblog.it/post/18770/il-cercafilm-il-pescatore-sopravvissuto-al-naufragio

    2. avatar claudio scrive:

      avevo anche postato nel 2009 su questo altro sito, sono proprio disperato http://www.cineblog.it/post/18770/il-cercafilm-il-pescatore-sopravvissuto-al-naufragio

    3. avatar CilloXX scrive:

      Secondo me si tratta di “Ricerca proibita” del 1993 in originale “The Forbidden Quest”.
      Però le date non coincidono con i tuoi ricordi, la scomparsa della nave avviene all’inizio del ‘900 ed il marinaio superstite viene intervistato negli anni ’30.
      Per il resto mi pare coincida abbastanza.
      Non credo sia tanto facile da reperire però.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *