L’importante non è vincere, ma non arrendersi

Il film è ambientato negli Stati Uniti e parla di un bambino di circa 13 anni che vive con suo padre. Il ragazzino ha la passione per la corsa, ma il padre cerca di scoraggiarlo, pensando che sia meglio che il figlio vada a lavorare e non che tenti in vano di diventare un campione. Il bambino non demorde e continua ad allenarsi; nel frattempo incontra anche l’allenatore di una scuola in un’altra città, il quale accetta di allenarlo per una gara che sarebbe stata decisiva per il protagonista: se avesse vinto, avrebbe ottenuto dalla famiglia l’appoggio (morale ed economico) per continuare a studiare e ad allenarsi; altrimenti, avrebbe dovuto abbandonare il suo sogno, tornare nella sua città e iniziare a lavorare con il padre. Il ragazzino allora si allena duramente, ma durante la gara (a cui anche il padre decide di assistere) cade. Nonostante questo rallentamento, decide di rialzarsi e di proseguire la corsa. Raggiunge gli altri concorrenti, ma non riesce ad arrivare primo. Al termine della gara, incontra il padre e il suo allenatore negli spogliatoi. Molto triste per la sconfitta, non ha il coraggio di guardare in faccia il padre, perché sa che dovrà abbandonare per sempre il suo sogno. Il padre, però, lo consola dicendogli di aver visto durante la gara esattamente quello che voleva: il figlio non aveva vinto, ma non si era arreso nonostante la caduta. Il protagonista capisce allora che il padre gli avrebbe pagato gli studi per l’anno successivo e che avrebbe potuto continuare a correre. Il film finisce con il protagonista che si allontana con il padre e nel frattempo saluta il suo allenatore dicendogli che si sarebbero rivisti l’anno successivo.

Questa voce è stata pubblicata in adolescenziale, americano, anni 90, Film dimenticato, sportivo. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama



  • //si trova anche in loop 215 e in footer 27 if ($postnum == $showcinemads1) { /* if (get_the_ID()!= "23368") { echo '
    '; } //end of if (the_ID()!= "23368") */ if (is_single()) { // We are in single view of event post type //array di pagin bandite per google //$banditi = array("23368", "57258");//in_array() is case-sensitive //$banditifile=$_SERVER['DOCUMENT_ROOT']."/wp-content/themes/twentyten-mc/banditi.php"; //if(file_exists($banditifile)){ // include_once $banditifile; //echo ".-."; //} //if (get_the_ID()!= "23368" || get_the_ID()!= "57258") { //check if not in array //prendo variabile dall'url $thiscate = (isset($_GET['cat'])) ? $_GET['cat'] : ''; //echo "category: ".$thiscate."
    "; if (!in_array(get_the_ID(), $banditi)) {//in_array() is case-sensitive if (!in_array(get_search_query(), $banditi)) {//in_array() is case-sensitive if (!in_array(get_the_category(), $banditi)) {//in_array() is case-sensitive if (!in_array($thiscate, $banditi)) {//in_array() is case-sensitive echo '

    '; } //end of if $thiscate, is not in array } //end of if get_the_category() is not in array } //end of if get_search_query() is not in array } //end of if the_ID() is not in array } else{//if not singular, show standard table with two banners //if (get_the_ID()!= "23368" || get_the_ID()!= "57258") { if (!in_array(get_the_ID(), $banditi)) { if (!in_array( get_search_query(), $banditi)) {//in_array() is case-sensitive echo '
    '; } //end of if get_search_query() is not in array } //end of if the_ID() is not in array }//end of is singular } //end of if postnum == $showcinemads1 ?>
    Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *