Pazzo per la fuga

Un carcerato(forse Russel Crowe) la fa in barba a tutti fingendosi un pazzo psicopatico per evadere, solo un suo amico carcerato si accorge che è tutta una messa in scena dopo che lui mentre viene trasportato su un lettino gli fa l’occhiolino, l’amico capisce e con un sorriso pieno d’orgolio e liberazione pensa con fierezza al numero che ha fatto l’amico per fuggire da una prigione pressoché invalicabile.

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in americano, anni 90, drammatico, Film dimenticato. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    3 risposte a Pazzo per la fuga

    1. avatar Will Dokken scrive:

      Le Ali della Liberta …. ma lui non è pazzo finge di allearsi con gli sbirri per prendere tempo

    2. avatar stefanog scrive:

      potrebbe anche essere “Qualcuno volò sul nido del cucuclo” con Jack Nicholson. Lui si finge pazzo e fa amicizia con un indiano che si finge sordomuto e che rivela la sua vera condizione facendo appunto l’occhiolino al protagonista

    3. avatar angela I scrive:

      Il tema di fingersi pazzi per evadere dal carcere (magari finendo poi in manicomio) ricorre in molti film. A me viene in mente “Un boss sotto stress”, con Robert De Niro, però è del 2002.

      http://www.cinemaepsicoanalisi.com/boss_sotto_stress.htm

      Ciao, Angela I.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *