Donna incinta finge di aspettare il bimbo di un altro – Risolto

Il film è probabilmente americano, mi ricordo che iniziava con una donna incinta che veniva cacciata dal compagno ubriacone e saliva su un treno che poi ebbe un incidente. In questo treno incontrò una coppia di cui anche quella donna era incinta, ma entrambi morirono, e lei fu scambiata per la donna morta. I familiari dell’uomo della coppia allora si presero cura della donna, che si fa chiamare Patricia come quella morta, e lei finse di essere proprio quella, e il bambino, figlio dell’uomo morto, dal momento che i familiari di lui non ne conoscevano l’identità . Ora l’uomo morto aveva un fratello che si affeziona a Patricia e si mette con lei, e quando le chiede di sposarlo lei scappa ma poi torna, rivela la sua identità , la famiglia di lui la accetta lo stesso e si sposano. Ah, lei poi uccide il suo ex, padre di suo figlio.

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in americano, anni 2000-attuale, anni 90, Film dimenticato, titolo scoperto. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    4 risposte a Donna incinta finge di aspettare il bimbo di un altro – Risolto

    1. avatar angela I scrive:

      Sicuramente è “Scambio Di Identità  -- (Mrs. Winterbourne)”,1996. Su questo film ci fu una interessante conversazione. Per i dettagli

      http://www.memocinema.com/?p=18285

      Sostituisco il link eliminato con

      Ciao, Angela I.

    2. avatar Danii scrive:

      Era questo ** GRAZIE MILLE!

    3. avatar rosaM58 scrive:

      ed e’ il remake di “non voglio perderti” film in bn con la superdiva Barbara Stanwyck versione che preferisco . ciao a tutti

    Lascia un commento