Stermina i nazisti che gli hanno ucciso la moglie – Risolto

Una famiglia (moglie, marito e forse – non ricordo – una figlia) vivono nel castello di lui nella provincia francese. Con l’occupazione i nazisti arrivano e prendono possesso delle casa in un momento in cui il marito è assente, stuprando la moglie e dandole fuoco con un lanciafiamme; quindi si stabiliscono nel maniero. Al suo rientro il marito li trova lì. Se non erro si guadagna una sorta di semiliberà  promettendo di aiutarli, ma alla prima occasione sparisce in un passaggio segreto e stermina tutti i componenti del plotone, uno ad uno. La moglie somigliava (e forse era) Romy Schneider o Simone Signoret. Il film dovrebbe essere degli anni settanta.

Questa voce è stata pubblicata in americano, anni 70, azione, bellico, Film dimenticato, francese, titolo scoperto. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    11 risposte a Stermina i nazisti che gli hanno ucciso la moglie – Risolto

    1. avatar angela I scrive:

      Eh sì; era proprio Romy Schneider. Il titolo è “Frau Marlene (Le vieux fusil)”del 1975. Se ne parla in

      http://www.memocinema.com/?p=30970

      http://www.memocinema.com/?p=10244

      Sostituisco i video rimossi con

      Ciao, Angela I.

      • avatar Angelo scrive:

        Ciao Angela, quando posti i link di un video, aggiungi la “v”… cioè scrivi httpv:// ecc ecc, così si vede direttamente il video sul commento. Che scassaballe, eh? Ciao non volermene…

        • avatar Pionchan scrive:

          Ho modificato io il collegamento. smile

          • avatar angela I scrive:

            Non ci capisco più niente: ero sicura di aver replicato ad Angelo. Che avrò combinato. Mah! :-? Ciao, Angela I.

        • avatar angela I scrive:

          Per Angelo: Perchè dovrei volertene? Non sono un soggetto invidioso, nè rancoroso, nè permaloso, nè con il naso all’insù e mi piace confrontarmi con gli alltri. Caro Angelo, so come si fa: Pionchan illis temporibus ci insegnò come inserire un video. Ricordi la Pionmano? Il problema è che in questo ultimo periodo il computer non mi va tanto bene e, dopo averlo ricoverato dal tecnico, per certe cose è peggio di prima, per cui sto pensando seriamente ad altre soluzioni per il futuro e che, però, non potranno essere immediate per via di un trasloco e con pacchi che espolodono da tutte le parti. In conclusione, per il momento faccio quello che posso nel modo più veloce possibile così, gabbando le stranezze del pc, non perdo attimi che potrebbero essere preziosi per cui dopo sarei costretta a rifare tutto e, inoltre, non litigo con il pc alieno e ho il vantaggio di non rendere acido il mio sangue: io sono una irenista, voglio la pace pure con gli oggetti che, però, qualche volta congiurano contro di me. Perciò stai tranquillo: i suggerimenti, i confronti, non scatenano una suscettibilità  che non ho. Molto cordialmente e cari saluti, Angela I. smile

        • avatar Angelo scrive:

          Ah, ecco!!!!!! AHAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHA, Bravissimo Umberto……

    2. avatar Biancaneve scrive:

      Ma che permaloso! Per una moglie morta se la prende così tanto?

    3. avatar Federico scrive:

      Grazie, Angela: la risposta è corretta e il quesito è risolto. Ma, soprattutto, complimenti per la prontezza e la competenza. Erano giorni che mi ci scervellavo e su imdb, nella filmografia di Romy Schneider, non l’avevo riconosciuto. A questo punto provo a chiedere anche se qualcuno conosce un sito in cui siano disponibili le scalette (o le sceneggiature, anche se preferirei le scalette) di film celebri (come, appunto, Il gladiatore, Gangs of New York, Kill Bill). Scusate se sono offtopic e nel caso censuratemi senza pietà . Grazie comunque

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *