Statuetta africana una volta portata in casa prende vita – Risolto

Film di Enbrel:

Viene ritrovata una statuetta africana che una volta portata in casa prende vita e diventa un orribile mostricciattolo molto violento. Ricordo una colluttazione in cui la donna che lo possiede lo chiude in un forno. Altra cosa che mi sovviene è la scena finale ” la donna che batte sulle scale un coltellaccio da cucina perché anch’essa posseduta da un entità  malvagia”

Questa voce è stata pubblicata in Film dimenticato, horror, titolo scoperto e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    8 risposte a Statuetta africana una volta portata in casa prende vita – Risolto

    1. avatar Pionchan scrive:

      E’ uno dei tre episodi del film “Trilogia del terrore” di Dan Curtis.
      Ne abbiamo parlato qui e qui

    2. avatar Enbrel scrive:

      Grazie mille Pionchan.

    3. avatar andrea scrive:

      Non ho visto il film, ma so che l’episodio è tratto da uno spendido racconto di Richard Matheson (l’autore del maestoso “Io sono leggenda”), presente in una delle sue antologie (“Duel” o “Incubo a seimila metri”, non ricordo con precisione). Quando ho prestato il libro a mia madre anche lei ha ricordato la storia da un film degli anni 70!!

    4. avatar Marina scrive:

      Ero piccola e non ci ho dormito per anni

    5. avatar Diego scrive:

      ragazzi non ci posso credere pensavo di essere uno dei pochi che si ricordava questo film e invece vedo che ha fatto venire gli incubi a molti…….io avevo circa 8 anni…… non ci ho dormito per un bel pò e quando lo racconto alcuni ne ridono……a me invece vengono ancora i brividi

    6. avatar Cristian scrive:

      Ma glia ltri 2 film della trilogia di che parlano?

    7. avatar Anonimo scrive:

      da wikipedia, trilogia del terrore
      “Julie”
      Un’insegnante d’inglese (Julie) viene ricattata sessualmente da un suo studente che le ha scattato, dopo averla narcotizzata, diverse foto in pose compromettenti. Dapprima la donna decide di esaudire le incessanti richieste del ragazzo, ma ben presto troverà  modo di vendicarsi, inscenando un piano diabolico.

      “Millicent and Therese”
      Millicent e sua sorella Therese sono due persone completamente diverse; la prima è una donna frustrata e sessualmente repressa, la seconda è estroversa e sboccata. Esasperata dal comportamento della sorella, Millicent la uccide, ma il corpo di Therese non si trova. La spiegazione dell’arcano viene data dal medico curante di Millicent, il dottor Ramsey: Therese non esiste in quanto Millicent è una persona afflitta da un disturbo dissociativo di identità  e Therese non è che un’altra sua personalità .

    8. avatar stefania scrive:

      Esatto ..pensate l’ho ritrovato per caso su youtube di recente ed ho visto che faceva parte di questa trilogia del terrore. Vi assicuro che nonostante fossi gia’ grandicella (tra i 12-18 anni piu’ o meno) per un bel po’ ho avuto una sensazione di fastidio addosso di angoscia paura che la sera dormivo con le coperte sopra la testa per il terrore che da sotto il letto comparisse qualcosa…ci piacciono i film horror e poi dopo ce la facciamo sotto! e’ cosi’ pero’…senno’ che li fanno a fare! effettivamente non sarebbero tanto da guardare a nessuna eta’….ovvio quello che mi ha colpito di piu’ dei tre e’ quello della statuetta maledetta! mai un horror mi aveva messo cosi’ spavento! fatto cosi’ bene che non si dimentica facilmente! hahahaha!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *