Bionda rincuora adolescente entrando nel suo letto

Film di Prophet:

Ricordo solamente una scena.
Una donna bionda (forse la madre adottiva o probabilmente una donna delle pulizie o governante) entra in camera da letto del giovane ragazzo per rincuorarlo visto che non riesce ad addormentarsi. Lui è in piena fase adolescenziale e comincia a farle domande sulla sessualità.
Lei sembra imbarazzata, ma quando il ragazzo le chiede di palparle il seno acconsente.
Mentre la donna è nel letto insieme al ragazzo entra in camera il padre che li coglie in flagrante.

Non credo che sia un film erotico visto che l’avevo visto da bambino.
Mi sembrava essere piuttosto una commedia o un film drammatico (anche perché ricordo che la situazione di quella famiglia era molto difficile).
E’ ambientato in una città  americana negl’anni 60, se non sbaglio.

Questa voce è stata pubblicata in americano, commedia, drammatico, Film dimenticato e contrassegnata con , , , , , , , . Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    3 risposte a Bionda rincuora adolescente entrando nel suo letto

    1. avatar graziano scrive:

      Non è che è il film ” Lezioni di Anatomia ” ?

    2. avatar Prophet scrive:

      No, purtroppo non è lui.
      Ne sono sicuro.
      Ho visto Lezioni di anatomia. E’ un film piuttosto recente (ambientato nell’attualità, se non ricordo male), mentre quello che sto cercando è ambientato in un’america anni ’60/’70, se non prima.
      Grazie comunque!

    3. avatar Anonimo scrive:

      Lo sto cercando anch’io. L’ho visto da piccolo!! ricordo che non le tocco solo il seno. Si giustifica l’indomani che aveva fatto tardi perché aveva guardato giornaletti da adulti.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *