Uomo uccide i suoceri nel sonno – Risolto

Film di graziano:

Salve.. Ricordo un film che è una storia vera. Andato in onda nei bellissimi di rete4 e forse degli anni 90. Tratta di un uomo il quale si ritrova in una centrale di polizia con un coltello in mano e le mani ferite, non si ricorda nulla del perché è in quelle condizioni.
Si scopre che i suoi suoceri più un altro membro della famiglia (se non erro la sorella della moglie) sono stati uccisi proprio da quell’ arma che lui ha in mano.
Normalmente il fine settimana marito e moglie andavano dai suoceri e il processo che riguarderà  la maggior parte del film è proprio questo: Quest’ uomo in stato di sonnambulismo (dice la difesa) ha sognato di andare dai suoceri, ha preso la macchina ed è entrato in casa. Ha probabilmente scambiato i suoceri per degli intrusi. I rumori non l’ hanno svegliato, ma l’ hanno reso confuso e aggressivo NEL SONNO, ha ucciso quelli che considerava intrusi brandendo malamente il coltello da cucina perché NEL SONNO non si rese conto di dov’era il manico.
Poi non si è ricordato nulla.
La moglie sembra credere alla difesa ma è confusa. I familiari sopravvissuti odiano l’ uomo.
Sto sclerando per favore mi sapreste dire il titolo? GRAZIE

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in drammatico, Film dimenticato, titolo scoperto e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    2 risposte a Uomo uccide i suoceri nel sonno – Risolto

    1. avatar Linda scrive:

      Delitto senza movente
      (The Sleepwalker Killing, USA, 1997) Regia di John Cosgrove
      Con Hilary Swank, Jeffrey Nordling Charles Esten, Natalia Nogulich

      Mark è un uomo normale, benvoluto da amici e conoscenti e con una famiglia e un lavoro rispettabili. Ha solo un problema: è un sonnambulo. Niente di grave se cammina per i corridoi e per le stanze della casa, ma se una notte, in un inspiegabile impeto di violenza uccide il suocero e ferisce la suocera, le cose si complicano. Anche se al risveglio è proprio lui il più sconvolto e confessa subito alla polizia il delitto. Arrivati in tribunale, il caso diventa oggetto di un’accesa disputa. Come condannare un uomo per un delitto che commesso in un momento in cui non era assolutamente cosciente delle sue azioni?

    2. avatar graziano scrive:

      Si!! Grazie. è questo!

    Lascia un commento