Telefilm in seconda serata, un uomo alle prese con viaggi e aerei

Telefilm in seconda serata fine anni 60 o inizio anni 70 argomento hostess, aereo, viaggi.
Forse si trattava di telefilm di produzione italiana o in coproduzione, forse per lanciare o pubblicizzare i viaggi aerei, mi sembra di ricordare che andassero in onda in seconda serata una volta alla settimana, (ma posso sbagliare, ero piccola) c’era un protagonista uomo alle prese con viaggi e aerei, ricordo la figura di hostess, la sigla era una canzone gradevole e dolce, cantata da una voce femminile che ripeteva parole che somigliavano a “swing swing” o qualcosa di simile

Questa voce è stata pubblicata in anni 60, anni 70, bianco e nero, commedia, Film dimenticato, italiano, romantico. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama




  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    3 risposte a Telefilm in seconda serata, un uomo alle prese con viaggi e aerei

    1. avatar Aran Banjo scrive:

      Potrebbe essere “Aereoporto Internazionale” serie italiana di inizio anni ’80 con Adolfo Celi e Dalila di Lazzaro

      http://www.mymovies.it/dizionario/recensione.asp?id=49744

    2. avatar knighina scrive:

      anche io credo sia “aeroporto internazionale” e inserisco una breve descrizione…
      Un aeroporto fa da sfondo a un susseguirsi di drammi e gioie che si consumano tra bagagli smarriti, sale d’attesa, bambini ritrovati e amori che prendono il volo. Gli episodi sono tutti girati in uno studio in cui entrano in scena sei protagonisti fissi: un direttore di scalo dal cuore d’oro (Adolfo Celi), sua sorella (Lina Volonghi), un commissario di polizia (Orazio Orlando), una hostess di terra con un’intricata vita sentimentale (Dalila Di Lazzaro), l’efficiente medico di turno (Margherita Guzzinati), un severo capitano di finanza (Gianni Garko). Nonostante l'”internazionale”del titolo, l’aeroporto rivela una connotazione tipicamente italiana, se non altro per il costante ritardo dei velivoli. Tra chi parte e chi resta si notano volti più o meno famosi, come quelli di Anita Ekberg e Donatella Rettore.

    3. avatar Kalos scrive:

      Dovrebbe trattarsi del già richiesto “Vado a vedere il mondo capisco tutto e torno”, miniserie del 1973.

      http://it.wikipedia.org/wiki/Vado_a_vedere_il_mondo_capisco_tutto_e_torno

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *