Morte di un uomo da una scogliera

Sto cercando un film in bianco e nero visto molti anni fa. Probabilmente uscito tra gli anni Trenta e Cinquanta. Ho ricordi davvero vaghi. Ricordo soltanto che in una scena (o una situazione) del film un uomo – che mi pare fosse il padre di una ragazza protagonista – viene ritrovato morto in quanto caduto da una scogliera, se non ricordo male a causa del suo alcolismo. Se non sbaglio sia lui che lei vivevano senza fissa dimora all’interno di un veicolo o al seguito di una troupe o di un circo o qualcosa del genere. Mi spiace non essere più preciso, e potrei aver confuso più film diversi (l’unica cosa che ricordo è la morte dalla scogliera). Grazie.

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in anni 30, anni 40, anni 50, drammatico, Film dimenticato. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    7 risposte a Morte di un uomo da una scogliera

    1. avatar Saraesse scrive:

      Ciao Pedro, prova a vedere se si tratta di “Il diavolo è femmina”, con Katherine Hepburn e Cary Grant, del 1935 (nella pagina tedesca di wikipedia il riferimento alla morte dalla scogliera)
      https://www.cinematografo.it/cinedatabase/film/il-diavolo-femmina/974/
      https://m.imdb.com/title/tt0027067/
      https://de.m.wikipedia.org/wiki/Sylvia_Scarlett

    2. avatar Keiko Fujimori scrive:

      Ti ringrazio infinitamente per la risposta Sara! Il film sembra essere quello anche se è molto diverso da come lo ricordavo perché lo vidi quano ero molto piccolo quindi probabilmente non avrò mai la certezza. Per curiosità, vorrei sapere come lo hai trovato.

      • avatar Saraesse scrive:

        Ciao Pedro/Keiko/Francisco: sono andata abbastanza a colpo sicuro avendo visto anche io questo film quando ero bambina. Mi aveva colpita tanto da ricordarlo abbastanza e ho associato subito la tua trama.

    3. avatar Atahualpa scrive:

      Ah, curioso, abbiamo subìto la medesima pedagogia. Beh, a buon rendere Saraesse, e scusami per l’enantiodromia schizoide dei miei cambi nick, è un giochino che diverte solo me.

      • avatar Saraesse scrive:

        Il giochino dei nomi, invece, ha divertito anche me: per rimanere nel campo cinematografico, mi ha fatto venire in mente la battuta finale del film “Sciarada” laugh

        • avatar Juan Velasco Alvarado scrive:

          Sbagliato! Dovremmo avere anche una figlia femmina per coprire l’intera gamma dei miei nom de plume! Poi non credi che le idee notoriamente progressiste degli impiegati dell’anagrafe comunale potrebbero spingerli a bocciare i nomi dei conquistadores?

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *