Film sul controllo mentale – Risolto

È un film degli anni 80, non ricordo molto, ma l’antagonista del film, un attore dai tratti asiatici, aveva delle facoltà mentali sovrannaturali e si serviva della psicocinesi e del controllo mentale per piegare la volontà degli altri a piacimento, in alcuni casi spingendoli persino ad uccidersi. Alla fine del film viene ucciso da una bomba da lui stesso creata (una bomba sferica d”acciaio piuttosto grande e che gli viene rispedita all’interno di un ascensore) che non fa’ in tempo a disinnescare.

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in americano, anni 80, azione, Film dimenticato, titolo scoperto. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    4 risposte a Film sul controllo mentale – Risolto

    1. avatar CLAUDIO GRAZIANO scrive:

      La prima immagine di bomba che viene spedita via ascensore ad un tiranno spaziale dotato di poteri sovrannaturali è quella che il militare Kurt Russell infila verso l’astronave aliena in Stargate, del 1994. Sicuramente non è il film che hai in mente, però magari ti aiuta…(la scena inizia circa a 1:30 del filmato).

      • avatar aldo scrive:

        caspita hai ragione la scena è molto molto simile, il cattivo muore pochi secondi dopo avere provato a disinnescarla con la mente ….. credo succeda lo stesso anche nel film di cui parlavo

    2. avatar xian scrive:

      L’Uomo Ombra (1994)
      The Shadow https://www.imdb.com/title/tt0111143

      • avatar Aldo scrive:

        Non ci posso credere lo avevano anche dato in tv qualche giorno fa ma non l’ho guardato perché avevo sonno. Comunque il film è proprio quello sei veramente un grande.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *