Donna anziana disturba coppia

C’è una coppia, lei forse aspettava un bambino o era appena nato. Lei era sempre in casa mentre il marito lavorava. Ricordo che questa donna vicina di casa cercasse in tutti i modi di intromettersi ed ostacolarli.
Era un film abbastanza thriller, non credo sia Duplex che è più commedia

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in Film dimenticato, psicologico, surreale, thriller. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    4 risposte a Donna anziana disturba coppia

    1. avatar CLAUDIO GRAZIANO scrive:

      Non riportando il range temporale del film, l’anziana più invadente che io ricordi subito, al primo accenno, è Ruth Gordon / Minnie, in Rosemary’s Baby, un classico dell’horror (1968).

    2. avatar Babycr scrive:

      Un’anziana psicopatica è anche nel film “Segreti mortali” del 2018 (House of Deadly Secrets), ma la situazione è un po’ diversa.
      https://www.comingsoon.it/film/segreti-mortali/54861/scheda/

      Di che anni è il film?
      Ciao,
      Barbara C.

    3. avatar LastTime92 scrive:

      L’ho visto nei primi anni del 2000, diciamo 2002-2005

      • avatar CLAUDIO GRAZIANO scrive:

        Perdona se mi intrometto, ma non hai fornito nessun aiuto. Chi vede un film degli anni ’60, nel periodo da te indicato (40 anni dopo), non per questo lo può’ ritenere contemporaneo… Ti lascio un link ad un film, che ha partecipato a Cannes nel 2002, di Mike Leigh, che so raffigura dei vicini di casa un po’ particolari: non ho trovato niente di più vicino alla trama da te riportata. Ciao e scusa l’invadenza.
        https://www.rottentomatoes.com/m/1117377-all_or_nothing

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *