Zanna il Bullo 20 anni dopo – Risolto

In una oscura cittadina di un’oscura provincia degli Stati Uniti, il protagonista, mingherlino e occhialuto adolescente, deve fare i conti con il bullo della scuola, ma riesce a liberarsene denunciandolo alla polizia per il furto di una roccia lunare esposta nella loro scuola. Il bullo, chiamato Zanna, finisce in un carcere minorile, mentre il protagonista trasloca e così i due si perdono di vista apparentemente per sempre. Venti anni dopo, però, il protagonista è diventato professore e ottiene un incarico nella sua vecchia scuola. Ritorna nella cittadina col figlio adolescente, che frequenta la stessa scuola nella quale Zanna, riabilitato e non riconosciuto, è a sua volta isegnante e ha un figlio della stessa età; mentre i due ragazzi diventano amici, Zanna riconosce la sua antica vittima e riprende a bullizzarlo, organizzando situazioni sempre più pesanti e pericolose, finché vengono sorpresi dai rispettivi figli esterrefatti dal comportamento dei loro genitori. Sentendosi finalmente ridicoli, decidono di terminare le ostilità e così diventano amici.

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in adolescenziale, americano, anni 90, avventura, commedia, drammatico, Film dimenticato, titolo scoperto. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    Una risposta a Zanna il Bullo 20 anni dopo – Risolto

    1. avatar Saraesse scrive:

      Buongiorno Carlo, la tua richiesta era stata già risolta lo scorso anno, forse ti è sfuggita smile
      https://www.memocinema.com/?p=101277
      Il film segnalato è “Il grande bullo” (“Big Bully” )
      https://www.imdb.com/title/tt0115676

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *