Donna deportata in cerca di suo marito – Risolto

Ricordo solamente che è la fine della guerra forse contro Hitler e questa donna che era stata deportata torna nella sua città dove cerca il marito,aveva il viso tutto logorato e grazie a delle operazioni è tornata ad essere lei. Una sera va in un bar in cui sa che il marito suonerà,il violino mi sembra e lì lo trova,vista la somiglianza con la sua defunta moglie (o almeno così crede lui) decide di portare la donna con se e insegnarle tutto sui parenti della donna,i suoi gusti,le fa tingere i capelli e le fa addirittura esercitare sulla scrittura, precisamente la firma della defunta moglie. In un secondo momento pronta,la porta davanti ai parenti di lei,forse perché appunto poteva guadagnarci un patrimonio non ricordo. C’è una delle ultime scene in cui i parenti le chiedono di suonare il piano e cantare una canzone,una canzone che lei forse era solita cantare,il marito inizialmente è spaventato perché non le aveva insegnato questo particolare,ma poi rimane stupido dalla bravura della donna nel suonare e nel cantare,tale e quale a sua moglie, così comprende che è lei,e non ricordo in quale punto intravede i numeri che gli erano stati fatti nel campo di concentramento e capisce.

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in commedia, drammatico, Film dimenticato, titolo scoperto. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    3 risposte a Donna deportata in cerca di suo marito – Risolto

    1. avatar Akira scrive:

      Leggendo la tua trama mi è venuto in mente il film “Phoenix” (2014; titolo italiano “Il segreto del suo volto”). Somiglia a un altro film intitolato “Return from the Ashes” (1965) perché entrambi sono tratti dal medesimo romanzo.
      Trailer:

    2. avatar Martina scrive:

      Sii è questo, grazie mille!!

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *