Una donna raggiunge un possidente per diventarne la moglie.

Una donna raggiunge un ricco possidente per sposarlo. I due non si conoscevano, si tratta di un matrimonio per corrispondenza (o qualcosa di analogo). Ricordo dei dissapori fra di loro, o qualcosa di più, ma la situazione in qualche modo (drastico) si risolve in modo positivo. Credo che sia ambientato in Sud America. Comunque è un film prodotto negli USA, potrebbe essere degli anni ’70-’80.

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in americano, drammatico, Film dimenticato, sentimentale. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    11 risposte a Una donna raggiunge un possidente per diventarne la moglie.

    1. avatar rosaM58 scrive:

      Original sin? con Vanderas e la Jolie.2001 ambientato a Cuba

    2. avatar rosaM58 scrive:

      Banderas sorry

    3. avatar Barbara C. scrive:

      Potrebbe essere l’originale da cui è tratto “Original Sin” suggerito da Rosa (che saluto caramente) : “La mia droga si chiama Julie” (La Sirène du Mississipi) del 1969
      https://it.wikipedia.org/wiki/La_mia_droga_si_chiama_Julie

      Ciao,
      Barbara

    4. avatar rosaM58 scrive:

      Ciao Barbara.Anche io ti saluto affettuosamente.Se senti Angela/ Castalia estendi il mio saluto anche a
      a lei.ciao mia cara smile smile

      • avatar Barbara C. scrive:

        Ciao cara Rosa, purtroppo non ho modo di contattare Angela/Castàlia… sono stata un bel po’ senza intervenire nel sito e quando sono tornata ho constatato che anche lei stranamente è sparita da dopo l’estate. Spero tanto che stia bene!
        Un bacione e un abbraccio affettuoso.
        Barbara

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *