Film familgia benestante con figli scappa perseguitata – Risolto

Ricordo solo qualche flash perchè lo vidi da bambino..film forse italiano, probabilmente è in bianco e nero. Storia di una famiglia benestante con diversi figli che abita in una villa dotata di un bel giardino dietro la villa con degli alberi. In tutto ciò mi ricordo una storia d’ amore tra una figlia e un personaggio del luogo, la quale storia è fodamentale alla trama (non mi ricordo se lui li tradisce o li aiuta) Alla fine l’ intera famiglia è costretta a scappare (qualche passaggio segreto? E poi in macchina? ) Non mi ricordo se ciò era dovuto al fatto che qualcuno di loro avesse compiuto un misfatto, oppure se perchè erano perseguitati. Penso sia più probabile quest’ ultima ipotesi ma non so dire quale fosse il motivo della persecuzione..forse perchè ebrei? Ma non sono certo che fosse datato a metà novecento oppure prima.

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in bianco e nero, drammatico, Film dimenticato, tanti anni fa, titolo scoperto. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    3 risposte a Film familgia benestante con figli scappa perseguitata – Risolto

    1. avatar Saraesse scrive:

      Potrebbe essere “Il giardino dei Finzi Contini”? Il film è del 1970, diretto da Vittorio De Sica e tratto dall’omonimo romanzo di Giorgio Bassani.

      https://www.mymovies.it/film/1970/ilgiardinodeifinzicontini/

      Il film è a colori e non so quanti anni tu abbia ma, se lo hai visto in televisione, considerando che fu trasmesso già nel 1978, epoca in cui non tutti i televisori erano a colori, potresti averlo visto e quindi ricordarlo, in bianco e nero?

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *