Gli assassini preferiscono viaggiare soli

Il protagonista del film, un Road Movie francese in bianco e nero di fine anni ’50, è un uomo di mezza età che viaggia a bordo della sua auto attraverso la provincia francese. E’ solo e mentre guida ascolta con attenzione i notiziari radio che seguono le indagini della polizia su di un pericoloso serial killer che sta terrorizzando il paese. Ogni tanto si ferma lungo la strada per bere un caffè, e anche nei bar continua ad ascoltare con interesse le trasmissioni radiofoniche, tutte dedicate ai tentativi di individuare l’assassino. L’uomo si rivela taciturno ed indifferente verso gli altri avventori, ripartendo subito. Durante il viaggio accoglie in auto una ragazza che gli aveva chiesto un passaggio. A questo punto sono stati forniti allo spettatore gli elementi utili per identificare l’uomo con il serial killer, e quando i due si fermano in un motel per trascorrere la notte insieme, il thriller raggiunge il massimo della tensione, in attesa che l’ignara ragazza diventi l’ennesima vittima del folle omicida. Ma l’indomani, l’uomo si risveglia solo nel letto d’albergo e si accorge di essere stato derubato del contante che aveva con se. Riprende quindi il suo solitario viaggio, sempre sintonizzato sui notiziari radio: durante la notte, l’assassino ha colpito ancora.

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in anni 50, Film dimenticato, francese, thriller. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *