Sulle strade dell’Australia

Un taciturno e burbero camionista australiano dà un passaggio ad un ciarliero e invadente italiano. L’australiano mal sopporta il passeggero ma, dopo una serie di avventure, tra cui il salvataggio della figlia del camionista finita in un brutto giro, l’italiano si rivela un prezioso alleato ed i due diventano amici. Visto su qualche Tv privata nel 1994 circa, il film potrebbe risalire agli anni ’80. Altro particolare che ricordo è un buffo e scurrile motivetto che l’italiano canticchia almeno un paio di volte nel film: “Eh waffancula, Eh waffancula… … eh waffancula, waffancula, waffancula”

Oliver

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in anni 70, anni 80, australiano, avventura, azione, Film dimenticato. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    109 risposte a Sulle strade dell’Australia

    1. avatar Castàlia scrive:

      unknw In compenso ti segnalo “Il bestione “, 1974.

      https://it.wikipedia.org/wiki/Il_bestione

      Il video funziona.

      Casty bye

    2. avatar Oliver scrive:

      Purtroppo non ricordo altri particolari, può darsi che fosse una produzione per la TV australiana

      Oliver

    3. avatar Oliver scrive:

      Non si trattava di un disguido postale, la lettera era del ministero per l’innovazione e le tecnologie e conteneva indicazioni su come ottenere un incentivo per l’acquisto di un computer. Conteneva inoltre gli auguri a mia nonna per… il suo sedicesimo compleanno, solo che lei non era nata nel 1989, c’era giusto uno sbaglio di un secolo smile

      Oliver

      • avatar Castàlia scrive:

        del ministero peggio, molto peggio. Dovrebbero essere di esempio.

        A dimostrazione di come ci stanno con la testa quando lavorano. Perciò le cose vanno come vanno. Non capisci niente… no problem… avrai una carriera assicurata. Casty bye

        • avatar Oliver scrive:

          Eh sì…. e anche questa volta siamo andati, a causa mia, fuori tema… si parlava di collezioni, magari riprenderemo il discorso,
          ora come diceva il solito Giuliano: Ridendo e scherzando si sono fatte le sette” forse è ora di andare a nanna smile

          Oliver

          • avatar Castàlia scrive:

            Eh, sì! Riprenderemo domani su collezioni e fumetti. Domattina, andrò dai miei nonni… una ventina di Km. da dove abito, e al ritorno mi tocca pulire due testine di agnello (le capuzze… ricordi?) Adesso è periodo. Allora, a domani, buon lavoro, calma, mezzo sorso… buona notte. Casty bye

    4. avatar Castàlia scrive:

      Ah sì ricordo, ti sembrava di averle viste nel video dei paisanos
      Infatti! Ma a pensarci non poteva essere che fossero nei piatti. E’ una specialità nostra. Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Poteva anche essere se fosse andato a trovarli un italo-americano… in fondo se la spassano bevendo il vino di Torelli smile

        Oliver

    5. avatar Castàlia scrive:

      Può essere tutto e il suo contrario. A proposito di fumetti, lo zio che mi ha inculcato la passione per il cinema, mi ha educato anche ai fumetti. A me piaceva molto Diabolik… Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Urca… questa non me l’aspettavo! Mi sarei aspettato Walt Disney, ma mai il criminale in calzamaglia smile

        Oliver

    6. avatar Castàlia scrive:

      Diabolik è intelligente e paradossalmente corretto. E poi mi piaceva anche Mandrake. Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Diabolik è intelligente e paradossalmente corretto

        ma non ti impressionavano quelle avventure?

        E poi mi piaceva anche Mandrake

        Massimo dei voti per Mandrake, mi è sempre piaciuto il suo stile con tanto di frac e cilindro! Mi piacerebbe indossarne uno….

        Oliver

    7. avatar Castàlia scrive:

      ma non ti impressionavano quelle avventure? per niente, facevo il tifo per Diabolik. a volte vorrei avere la sua auto.
      C’era anche Zakimort … in un certo senso la versione femminile di Diabolik

      il suo stile con tanto di frac e cilindro! Mi piacerebbe indossarne uno…. e’ qualcosa che in fondo non appartiene alla stratosfera… Volendo è realizzabile. Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Casty non smetti mai ti sorprendermi, io mi aspettavo di sentir parlare di ben altri personaggi, magari del Corriere dei Piccoli e del Sig.Bonaventura, ma forse ai tuoi tempi non c’era già più, e poi di Disney e dei suoi personaggi…

        e’ qualcosa che in fondo non appartiene alla stratosfera… Volendo è realizzabile

        Sì potrei mettermelo per qualche grande occasione o…. per una uscita di scena con stile, come nella canzone…..

        Oliver

    8. avatar Castàlia scrive:

      Fra Topolino e Paperino? Secondo te, chi è il mio preferito? Sulle collezioni veramente non immagini…

      per una uscita di scena con stile… non meriti risposta. Ci sei o ci fai? Forse ci sei e ci fai.

      Casty bye

    9. avatar Oliver scrive:

      Fra Topolino e Paperino? Secondo te, chi è il mio preferito?

      Ah qui non ho dubbi, sicuramente il primo smile
      Sì sulle collezioni non immagino, o forse….. libri rari? Dischi d’epoca?

      Ci sei o ci fai? Forse ci sei e ci fai

      E perché? Con uscita di scena si può anche intendere altro

    10. avatar Castàlia scrive:

      Non cercare di correggere il tiro. Hai scritto

      per una uscita di scena con stile, come nella canzone…..

      L’insulto all’intelligenza… no. smile Io pensavo che potresti invece andare al teatro Bonci. Con le collezioni non ci siamo. Casty bye

    11. avatar Oliver scrive:

      Posso appellarmi al quinto emendamento? smile

      Forse ci sono: opere d’arte?

      ma non mi hai detto se è Mickey il tuo preferito come immagino

      • avatar Castàlia scrive:

        Il mio preferito è Paperino. Beh, in fondo sono piccoli capolavori artistici…Ma te lo dico domani. Speriamo che il tenore mi faccia dormire. La notte scorsa un altro concerto… Oliver, non fare scemenze. A domani, buona notte. Casty bye

    12. avatar Oliver scrive:

      Il mio preferito è Paperino

      Ne sono stupito, pensavo che fosse Topolino, il cittadino perfetto smile
      Anche le mie simpatie vanno al famoso Donald

      farò qualche scemenza ma d’altro tipo, magari una canzonetta nuova, in fondo canta che ti passa….

      Oliver

    13. avatar Castàlia scrive:

      Che giornate! Un concentrato. Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Eh… immagino, con le festività alle porte smile Sono appena rientrato da una passeggiata al centro, l’ho trovato più deserto del solito

        Oliver

        • avatar Castàlia scrive:

          Per forza! Chi scappa da una parte, chi dall’altra… chi va in Giappone domani, chi è partito per la Sardegna… sembra che questo correre sia diventato l’undicesimo comandamento. Casty bye

          • avatar Oliver scrive:

            Eh sì ed è così da un bel pezzo ormai…. ma ora che ci penso qualche volta hai accennato al Brasile ed al Messico….

            • avatar Castàlia scrive:

              Infatti, accennato!

              Ti piacciono le canzoni sui gatti? Questa domanda mi è sfuggita

              Conosco solo Quarantaquattro gatti e Volevo un gatto nero. Ai tempi dell’università ho avuto una autentica gattina siamese, molto affettuosa con mia madre. Era una gattina intellettuale: di solito studiavo seduta su un divano con il libro aperto da esaminare. Allora la gattina balzava sulle mie ginocchia e con la testa, come se leggesse, seguiva il movimento della mia mano, che con una matita sottolineava ciò che dovevo maggiormente imparare. Quando è morta, ho pianto tre giorni e ho vietato l’accesso ad altri animali in casa. Ho avuto pure un canarino che impazziva per Claudio Villa: ne imitava le note. Casty bye

    14. avatar Oliver scrive:

      Era una gattina intellettuale

      E’ bellissima questa cosa e anche il particolare dono del canarino smile

      Ci sono anche altri tipi di gatti però, ad esempio Il gattone dispettoso

      Sì hai accennato al Brasile, alla saudade e se non ricordo male ad un viaggio in un luogo quasi inaccessibile

      Oliver

    15. avatar Castàlia scrive:

      A proposito delle collezioni ho scritto

      Beh, in fondo sono piccoli capolavori artistici… eh, sì! Ho una mini collezione di statuine di Capodimonte. Purtroppo non tanto si trovano, ma poi costano parecchio. In quanto ai libri, fra non molto mi sfratteranno da casa.

      ad un viaggio in un luogo quasi inaccessibile. Ho detto che vorrei andare in India. Se non è questo ricordami tu. Casty bye

    16. avatar Oliver scrive:

      E’ una collezione che merita! Quanto ai libri ti capisco smile
      Ricordo che avevi accennato a qualche luogo impervio forse del Brasile o del Sud America che avevi raggiunto insieme ad una comitiva di amici… ma forse mi confondo

      Oliver

      • avatar Castàlia scrive:

        Ho scritto più o meno che con i miei amici sono stata in luoghi dove da sola non sarei mai potuta arrivare… Ed è così. L’ho scritto in

        https://www.memocinema.com/?p=100760

        Il gattone dispettoso chi sarebbe? Uno zio di mia madre, mi diceva sempre: nipote, lo sai che in paese mi chiamavano Il gattone? E io gli rispondevo: Come mai? Perché? E zio Pasquale: Eh! Nipote mia! I miei occhi, di un celeste bellissimo, ricordavano quelli del gatto. Le ragazze mi venivano dietro e io ci sapevo fare, il gattone. Effettivamente era stato un bel giovane. Casty bye

        • avatar Oliver scrive:

          E’ il protagonista di una canzonetta che avevo fatto tempo fa,
          “Il gattone dispettoso che a volte è un tantino permaloso… ”
          comunque trattasi di un gattone antropomorfo col quale ho a che fare quasi quotidianamente….

          Oliver

    17. avatar Castàlia scrive:

      gattone antropomorfo chi è ? Un collega?

      Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Casty sei in gamba! Sì è una collega

        Oliver

        • avatar Castàlia scrive:

          Non mi piacciono le persone dispettose…ma io in silenzio le metto a posto e manco se ne accorgono. Ma ne parliamo domani con approfondimenti. Io non mi muovo, fa freddo e l’aria è pungente. Meglio casa mia… Niente sciocchezze, Capitano. A domani, buona notte. Casty bye

          • avatar Oliver scrive:

            Niente sciocchezze, tranne qualche canzonetta e visto che ne abbiamo parlato, la compagnia di un buon libro o magari qualche albo…

            nessuna nuova dal famoso Tony… peccato sad

            Buona notte hi
            Oliver

    18. avatar Castàlia scrive:

      nessuna nuova dal famoso Tony… Cercherò di sopravvivere laugh

      Casty bye

    19. avatar Oliver scrive:

      Chissà se ha letto la mia email… forse ha trovato il mio nome bizzarro ed ha pensato ad una presa per i fondelli, a proposito vado a controllare se ci sono nuove smile

      Oliver

    20. avatar Castàlia scrive:

      hai scritto Sì è una collega

      ho risposto Non mi piacciono le persone dispettose e riprendo il discorso:

      Ho esperienza di questi comportamenti, uguali da nord a sud, e si verificano anche al contrario nel senso che è dispettoso l‘uomo. La persona dispettosa (come la furba) cova nell’animo e nell’anima la cattiveria. Quali motivazioni possono esserci alla base?
      1) Una persona è schizzata di suo, atteggiamento genetico psicopatico.
      2) E’ vagabonda nel lavoro e fa così per esasperare gli altri che , per levarsela di torno, fanno anche la sua parte di lavoro e lei se ne va in giro a bighellonare.
      3) Se prende di mira una sola persona di sesso opposto vuol dire che ha subito (o lo ha ritenuto) un torto da questa persona oppure, ed è il caso più frequente, pretende qualcosa dalla persona. Ci sono donne, anche regolarmente sposate, che se le studiano tutte pur di mettere le mani in tasca a qualcuno: il regalino, il caffè tutte le mattine, la cena, la pizza, il profumo…
      4) Alla base può esserci una scommessa: il malcapitato, ammogliato o non (ma in questo caso è un bersaglio più facile) pensa solo a lavorare e ai cactus suoi, non fa complimenti, non guarda il look della collega… non la considera come donna. Allora la perfida, che vuole essere notata ad ogni costo e stare in primo piano, fa la scommessa con se stessa e con l’amica e dice: vuoi vedere che io ci riesco? Me lo porto pure a letto. Inizia la strategia con i dispetti e l’altro inconsapevole: Scusa, ti ho fatto qualcosa? Perché fai così?… Andiamo ti offro il caffè. Errore, è la catastrofe, questo tipo di donna ti finisce, si vanta, lo dice in giro, ti ricatta pure e alza il tiro. L’ambiente di lavoro è sacro e va rispettato. La mia massima è: io vengo qui per lavorare e giro le spalle. Infatti, sanno tutti come la penso e nessuno osa. A 13 anni ho assistito ad una scena e ho tratto le mie conclusioni, che sono state rifinite anni dopo da un parente e da un carissimo amico di mio padre. Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Accidenti che analisi! Devo dire che ho assistito in tanti anni a qualche caso che rientra in quelli elencati, soprattutto nei primi 2 punti, forse anche nel 3^ ma questo risale a molto tempo fa.
        Il gattone “dispettoso” non è proprio così dispettoso come si può pensare e la canzonetta è una burla bonaria. Più che altro questo gattone ha una visione così differente dalla mia che dopo anni non sono ancora riuscito del tutto a comprendere le sue motivazioni.

        Oliver

    21. avatar Castàlia scrive:

      Personalmente penso a lavorare… non mi interessano le visioni altrui e non mi distruggo i neuroni per indagare e capire. Ti racconto la mia esperienza… che mi ha formato.

      L’ultima sorella di mio padre era segretaria in una scuola media. Un giorno disse a me e a mia sorella: Preparatevi, venite a scuola con me perché il preside vuole conoscervi in quanto io dico sempre che siete intelligenti e bravissime a scuola. Andammo, ma arrivammo un po’ prima. Dopo qualche secondo: una porta venne sbattuta violentemente, arrivò la risposta tramite un’ altra porta sbattuta violentemente , e questo si ripetè diverse volte. Poi passò una bellissima giovane donna, salutò e andò nella sala dei proff. per firmare. Dopo passò lui che blaterò qualcosa. Mia zia mi disse in seguito che gli autori delle porte sbattute erano stati fidanzati ma le due rispettive famiglie, di idee politiche antitetiche, avevano posto il veto e i due si erano lasciati. Rimasi talmente impressionata che, sebbene tredicenne, ho capito che l’ambiente di lavoro non si deve contaminare, altrimenti dopo devi cambiare ambiente o lavoro. Sia il parente sia l’amico di mio padre, entrambi proprietari di una attività commerciale, anni dopo dissero: mai nell’ambiente di lavoro, mai con le dipendenti, perché dopo ti ricattano. Io ho fatto tesoro di queste parole. Da notare che il parente e l’amico di mio padre non avevano contatti tra di loro, nemmeno si conoscevano.

      Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Su questo non vi è dubbio, mai mischiare il lavoro con altro…
        la visione di cui ti parlavo riguarda solo il lavoro, poiché a volte dobbiamo lavorare in team…
        Ma come al solito ci stiamo allontanando dalla cinematografia, hai visto qualche bel film di recente?

        Oliver

      • avatar Oliver scrive:

        ps

        ma le due rispettive famiglie, di idee politiche antitetiche, avevano posto il veto e i due si erano lasciati

        e si erano lasciati per un motivo simile? Non erano sufficientemente maturi per decidere da se stessi? Forse erano due persone infantili vissute nella bambagia…

        • avatar Castàlia scrive:

          No, erano adulti e non erano infantili. La famiglia di lei lo riteneva stravagante per le sue idee politiche e non adatto alla figlia. Nei nostri paesi succedeva. Forse lui era di ceto inferiore, non so, la politica era una scusa. Ebbi occasione di conoscerlo, attraverso degli amici comuni; era passato del tempo, ma portava bene i suoi anni, raccontò la sua storia (che io sapevo), e nonostante si fosse sposato, ancora la pensava. Lui adesso non c’è più. Casty bye

    22. avatar Castàlia scrive:

      hai visto qualche bel film di recente? no, dato il periodo ho avuto da fare. Ti racconto un’altra esperienza:

      Oggi le donne sono cambiate e osano quello che una volta era un osare tipico maschile. Anni fa, in un ospedale di cui taccio il nome, ma tu capisci, dovevo parlare con il primario per mia madre e l’appuntamento era dopo mezzogiorno. In una stanzetta vicina, con la porta socchiusa, erano la caposala e un infermiere non più giovanissimo. Sento nitidamente che la caposala lo stuzzica con alcune frasi e l’infermiere dire: ma va là, che ho da lavorare, devo mettere a posto le medicine. E quella a insistere e lui: ma va là, che ho famiglia. E lei: vorrei vedere se io ti facessi… non lo immagini e non lo trascrivo. E l’infermiere a questo punto: ma va là, che io ho raggiunto la pace dei sensi ed esce dalla stanza. Le donne oggi, per i miei gusti, si sono troppo liberate e alcune pur avendo regolare famiglia e figli hanno abdicato al ruolo di madre. Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Credevo che gli anni della “liberazione” fossero ormai passati e solo un ricordo degli anni ’70…. be’ almeno l’infermiere si è comportato seriamente…
        Si tratta dell’ospedale che mi dicesti? Se sì… sai che ho lavorato anche lì da giovane?

        Oliver

        • avatar Castàlia scrive:

          Sì, sì; me lo hai detto. Attraverso il sito oggi ho scoperto il film

          “Appassionatamente (Devotion)”, 1946

          Casty bye

          • avatar Oliver scrive:

            Non conoscevo Devotion, lo aggiungo alla lista smile
            Siamo rientrati alla grande in tema!
            Arthur Kennedy lo ricordo in diversi western

            Oliver

            • avatar Castàlia scrive:

              Il western non è un genere che amo. In tutta la mia vita ne ho visto due. Uno riguarda il pistolero, l’altro lo cerco da anni, ma non l’ho trovato. Non l’ho sognato. Un giorno o l’altro pubblicherò la richiesta, ma senza grandi speranze. Casty bye

    23. avatar Oliver scrive:

      Son curioso, di western ne ho visti un sacco, ma probabilmente anche in questo caso non riuscirò a risolvere l’enigma. Seguivo volentieri anche i telefilm western come Bonanza ad esempio o Laramie, ormai scomparsi dalle programmazioni tv..
      Casty toglimi una curiosità, visto che i pensieri sono liberi…. pensi ancora liberamente che io sia John Doe?

      Oliver

    24. avatar Oliver scrive:

      Hai detto che non sei lui!

      E lo confermo, sono contento se mi credi!
      John Doe mi è simpatico, ma non vedo tanti punti in comune con lui…

      Mai visto Paradiso Perduto, ma cosa c’entra l’altro film?

      Oliver

    25. avatar Castàlia scrive:

      La letteratura inglese: le sorelle Bronte e Dickens. Siccome avevo scritto senza grandi speranze, mi sono ricordata.

      Domattina ho un impegno alle 9, ciò mi procura fastidio perché sconvolge i miei programmi. Poi qualche telefonata nel pomeriggio e poi non so. A domani sera. Buona notte. Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Sì la letteratura inglese, ma mi riferivo ad un secondo link dove si parla d’altro.. ah forse è uno dei tanti casi “senza speranze” che hai risolto smile

        Buona notte hi
        Oliver

    26. avatar Castàlia scrive:

      Oliver, mi sono persa. Quale link dici? Io mi riferivo ai film: “Paradiso Perduto (Great Expectations)” e “Appassionatamente (Devotion)”, 1946: letteratura inglese. Tu che intendevi? Casty bye

    27. avatar Castàlia scrive:

      E che c’entra con questa pagina? E’ stato risolto… Hai ragione! Che sbadata, ho sbagliato link e non me ne sono accorta. Riscrivo link esatto

      https://www.memocinema.com/?p=98889

      Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Un altro bel film del passato che merita sicuramente e un altro caso brillantemente risolto smile
        A proposito di letteratura inglese mi viene in mente 84 Charing Cross Road e la lunga corrispondenza tra la protagonista ed uno degli addetti di una libreria antiquaria…
        Casty hai mai tenuto corrispondenze internazionali?

        Oliver

    28. avatar Castàlia scrive:

      Casty hai mai tenuto corrispondenze internazionali?

      Yes. Secondo anno del liceo: corrispondevo in inglese con un ragazzo francese, Georges, di St. Etienne. Mi mandava bellissime cartoline, che conservo ancora. Poi perse il padre investito da un auto; il ragazzo si sbandò parecchio e la corrispondenza finì.

      Domattina ho un impegno alle 9 si è protratto fino a mezzogiorno. Ti ricordi il trigesimo e la storia della predica, orientata dalla moglie? Che ti avevo detto? Ho centrato! E adesso sta orientando ancora e incalza il marito a prendere una decisione che è avventata. Mah! La prima è stata Eva. Casty bye

    29. avatar Oliver scrive:

      Carta e penna, bei tempi….
      Sì ricordo l’episodio del trigesimo ed il predicatore pilotato, veramente deplorevole…

      Oliver

      • avatar Castàlia scrive:

        E le cose stanno andando peggio. Poveretto!

        84 Charing Cross Road è un bel film.

        https://www.memocinema.com/?p=72

        Hai cenato? Io una mozzarella, insalata di pomodori e una pera. Casty bye

        • avatar Oliver scrive:

          Sì è un bel film…

          Ah sei una salutista smile
          Il Sabato sera me la prendo molto comoda e ceno molto tardi,
          niente di elaborato, solo ricette spartane semplici e veloci

          Oliver

          • avatar Castàlia scrive:

            Mozzarella… non direi, ma una volta alla settimana ci può stare. Il problema è costituito dai dolci in questo periodo. Dobbiamo pensare ad un trasferimento… Io domani mattina vado a fare il giro. E poi una domenica normale, lunedì pure normale a casa. E tu che farai? Sai che c’è un venticello di tramontana che non invoglia ad uscire? Ho freddo. Forse non sono in forma. Casty bye

            • avatar Oliver scrive:

              E’ fresco anche qui… tant’è che son con tanto di berretto…
              Anche per me Domenica e lunedì normale, ma va bene così, basta riposarsi un po’…
              Anzi forse è meglio se ti lascio riposare, come al solito ti sto facendo fare tardi e sinceramente mi dispiace

              Oliver

    30. avatar Castàlia scrive:

      tant’è che son con tanto di berretto dentro casa?

      Facciamo così… tu vai a cenare tranquillo, io sistemo qualche altra cosa e poi vado a dormire. Mi ha stancato la mattinata, solo le scale che ho fatto! Buona domenica e buona Pasqua. A domani. Buona cena e buona notte. Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Sì con tanto di berretto, un comodo basco di lana smile

        Buona Pasqua e Buona notte hi

        Oliver

        • avatar Castàlia scrive:

          Un comodo basco di lana. Ottimo! Vediamo se indovino il colore: blu scuro? Anche le donne lo usano. Casty
          bye

          • avatar Oliver scrive:

            Ah… lo indossi anche tu? Questo è un modello tradizionale nero smile

            Oliver

            • avatar Castàlia scrive:

              Nero mi sa di fascismo. Io odio i cappelli, fin da piccola. Mia madre mi costringeva e io ero recalcitrante. Non mi piacciono… mi si rovina la messa in piega. Non uso neppure i guanti… mi si rovina lo smalto sulle unghie. Come è andata la giornata? La mia normale, il clima è peggiorato. Casty bye

              • avatar Oliver scrive:

                Oh la politica non c’entra, è il classico modello dei paesi baschi, in Spagna lo chiamano Boina, ma i baschi Txapela.
                Mi sorprendi sempre non avrei mai immaginato che tu usassi lo smalto, pensavo considerassi certe cose una frivolezza smile
                Giornata normale anche per me, fa piuttosto fresco anche qui tant’è che ho la Txapela sul capoccione

                Oliver

    31. avatar Castàlia scrive:

      non avrei mai immaginato che tu usassi lo smalto, pensavo considerassi certe cose una frivolezza

      Mi hanno sempre detto di avere belle mani, e ne sono consapevole, le curo da quando avevo 10 anni. Ovviamente a quell’età non mettevo lo smalto. Una mano curata e signorile anche nella gestualità è un ottimo biglietto di presentazione oltre che elemento di seduzione. Mi faccio tagliare la testa piuttosto, ma le mani e i capelli devono essere a posto… sempre: smalto rosso…la mia mano se lo può permettere. E se devo fare in casa, lo faccio ugualmente. Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Ah quindi non scegli mai smalti diversi… forse perché consideri quello rosso il più classico? Del resto se non ricordo male il tuo stile è quello classico

        Oliver

        • avatar Castàlia scrive:

          Scelgo solo sfumature di rosso. Stile classico, non stravagante. Oliver, una curiosità: Quando, da giovane, hai svolto quel lavoro che di notte ti consentiva di ammirare la cometa eri da solo o in coppia? Casty bye

          • avatar Oliver scrive:

            Sarò un tradizionalista ma per me lo stile classico è sempre il più bello smile
            Il 99% delle volte ero da solo, ehi non mi aspettavo questa domanda…

            Oliver

            • avatar Castàlia scrive:

              Sicuramente è uno stile più elegante, anche nella semplicità. Non era bello essere da solo. Ho fatto la domanda perchè penso fosse un lavoro che comportava anche dei rischi e bisognava essere svegli e pronti a fronteggiare la situazione. Ti sei mai trovato in circostanze critiche? Casty bye

              • avatar Oliver scrive:

                A me non dispiaceva, soprattutto quando camminavo nelle gelide notti invernali sotto le stelle….
                i rischi c’erano e soprattutto dovevi sapere quale era il tuo limite, qualche episodio è capitato ma nulla di grave, tutto sommato è stato un bel periodo.

                Oliver

                • avatar Castàlia scrive:

                  Ti ho fatto la domanda non per impicciarmi dei fatti altrui, ma perchè io ho molta considerazione di chi lavora. Mi rendo conto che il lavoro , qualunque sia, comporta sacrifici e il rovescio della medaglia. In qualche commento fa ho scritto

                  poveretto!

                  Ti metto link al film “Alexandre un uomo felice (Alexandre le Bienheureux)”, film francese del 1967 con Philippe Noiret: è proprio vero che il bisogno aguzza l’ingegno. Per info e video
                  https://www.memocinema.com/?p=91157

                  Casty rofl

                  • avatar Oliver scrive:

                    Ho ricordato volentieri quel periodo, sai che una volta mi si era formato un po’ di ghiaccio sul cappello? Temperatura sotto zero..
                    Ehi Casty ma tu sei funambolica, non capisco il nesso con questo film,ma da quel che leggo è divertentissimo smile

                    Oliver

                  • avatar Oliver scrive:

                    ps
                    ah… ci sono, il lavoro contrapposto agli ozi di Noiret nel film, ecco il nesso smile

    32. avatar Castàlia scrive:

      Mi dispiace per il ghiaccio sul cappello. Peggio sarebbe stato sul capello!

      bravo bravo Hai colto! Non avevo dubbi. Poveretto, con una Santippe come moglie doveva pur studiare qualcosa! Sì, è molto divertente il film. Domani come sarà la giornata? La mia a casa, da nessuna parte, fa freddo. Ci confronteremo. Vai a cenare. A domani, buona notte. Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Oh una cosa da nulla, ero un tantino “congelato”, ma ero ancora tosto a quei tempi!
        Se il tempo lo consente farò una breve passeggiata, poi da martedì si ritorna in prima linea smile

        Buona notte hi

        Oliver

        • avatar Castàlia scrive:

          Oh una cosa da nulla, ero un tantino “congelato”, ma ero ancora tosto a quei tempi!

          Sicuramente! Quando si è giovani si è certi di sbranare il mondo e si sottovalutano certe cose: si cammina sotto la pioggia senza ombrello, ci si lava i capelli di sera e si va a dormire con la testa ancora umida, non si indossa la canottiera di lana… il giorno dopo non succede niente ma… arriva il momento in cui si paga lo scotto delle stravaganze e questo succede quando non si è più tanto giovani o adolescenti.
          Ah! Lo smalto sulle unghie è la mia unica frivolezza. Poi acqua e sapone, anzi sul viso solo acqua e niente altro. Mi piace essere ordinata… ma naturale, dalla sera al mattino e dal mattino alla sera. Casty bye

          • avatar Oliver scrive:

            Eh sì…. quando sì è giovani ha volte si ha la presunzione di non voler ascoltare i buoni consigli e di sentirsi indistruttibili e di fare gratuite spacconate…
            I look naturali sono sempre i più belli, almeno per me smile

            Oliver

            • avatar Castàlia scrive:

              Anche per me, da sempre. Come è andata la passeggiata? Qua un freddo che non ti dico! Altro che picnic all’aperto sul prato, come si usa da noi a Pasquetta, con l’immancabile e gustosissima frittata con salsiccia! Rigorosamente in casa e con tutte le comodità e pure la frittata. E tu? Casty bye

              • avatar Oliver scrive:

                Urca la frittata, buonissima!
                Sono stato a Faenza stamattina, era piuttosto freddo….

                Oliver

                • avatar Castàlia scrive:

                  Le famose ceramiche! Bellissime! Sei andato con la macchina? Io tappata in casa, fa freddo. Le frittate mi vengono benissimo, belle rotonde. Ho sentito una storia, oggi, in televisione e mi è venuta la curiosità:

                  Oliver, da giovane hai mai pensato di diventare prete? Casty bye

    33. avatar Oliver scrive:

      Sì con l’auto e poi una passeggiata al centro. Buone le frittate!
      Che strana domanda…..
      No, non ci ho mai pensato…. non è nel mio DNA, o meglio non del tutto
      Scusa il ritardo ma ero al telef. smile

      Oliver

      • avatar Castàlia scrive:

        Scommetto che al telefono era il gattone dispettoso. Io nella mia vita tutto avrei fatto, tranne che la suora anche se suor Angela suona benissimo. rofl Ho sempre preferito la vita civile, nel mio DNA la vita religiosa manco per idea. Ma, forse e senza presunzione, sono più monastica di tanta altra gente. Che macchina hai? Di che colore? Io Citroën C3 shine, bicolore: bianca e tetto rosso. Casty bye

        • avatar Oliver scrive:

          Oh no, non era il gattone laugh
          Casty ma perché mi hai posto quella domanda?
          Ho una Opel maggiorenne e ho anche una bicicletta che ha 50 anni smile

          Oliver

    34. avatar Castàlia scrive:

      Casty ma perché mi hai posto quella domanda?

      Solo curiosità. Te l’ho detto, sono stata in casa, nel pomeriggio davanti al televisore ed è stata raccontata una storia. A me certi racconti… mah! Mi è venuta l’idea, tutto qui! Curiosità. Di che colore è l’auto? Casty bye

      • avatar Oliver scrive:

        Era il racconto di una conversione?
        Blu scuro, ma io sono solito dire Blu di Prussia, si intona al mio berretto da marinaio smile
        Ah carina la tua auto, molto bello l’abbinamento bianco/rosso…. tra l’altro i colori di Forlì!

        Oliver

        • avatar Castàlia scrive:

          Beh! Blu di Prussia è un colore che sta bene, è elegante. E’ presente anche tra i capi del mio abbigliamento. Era la storia di una vocazione tardiva… da poliziotto a prete. E mi è venuta l’idea.

          si intona al mio berretto da marinaio facciamo Capitano. Non mi hai detto come si è svolto il tuo pomeriggio.

          Bianco e rosso certo i colori di Forlì.

          Capitan Oliver, domani è lavorativo e meno male; sicuramente non hai ancora cenato. Vai a cenare, non fare scemenze, a domani, buon lavoro. Buona notte. Casty bye

          • avatar Oliver scrive:

            Un pomeriggio tranquillo niente di speciale….
            Cercherò di non fare scemenze, ma almeno qualche canzonetta lasciamela cantare smile

            Buona notte hi

            Oliver

    35. avatar Castàlia scrive:

      Ritorniamo in

      https://www.memocinema.com/?p=97308 non ci sono molti commenti e ce la faccio a scorrere tutta la pagina.

      Casty bye

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *