Drammatico commuovente famiglia

il protagonista e padre di tre figli. All’inizio il padre con i bambini sono al funerale della madre che è morta. L’uomo non è considerato in uno stato sociale adeguato per essere in grado di tenere i suoi figli. Per sfuggire dagli assistenti sociali che vogliono portarli via, tentano di scappare, sfortunatamente, vengono scoperti e il padre viene picchiato, poi hanno portato via i bambini. Sono stati messi in due orfanotrofi diversi, i più piccoli insieme è il più grande da solo, hanno sofferto le situazioni peggiori, il padre poi trova una donna in un bar, i due si fidanzano e costruiscono una bella casa saranno quindi in grado di trovare i bambini più piccoli mentre il grande non riuscirà a trovarlo perché il direttore dell’orfanotrofio tentò in tutti i modi di nasconderlo quando il figlio maggiore diventerà adulto lasciando l’orfanotrofio si mise alla ricerca del padre alla fine lo trova

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in americano, anni 20, anni 30, drammatico, Film dimenticato, irlandese. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    Una risposta a Drammatico commuovente famiglia

    1. avatar Castàlia scrive:

      A me viene in mente la storia di Desmond Doyle e la sua lotta contro la corte irlandese per ottenere la custodia dei propri figli; nel dicembre del 1955, la Corte Suprema si pronunciò a favore di Desmond Doyle. La storia quindi risale agli anni ’50. C’è un film che si ispira a questi avvenimenti, ma è del 2002 e la moglie non è morta, ma lo ha abbandonato. Si tratta di “Evelyn”

      https://it.wikipedia.org/wiki/Evelyn

      Castàlia bye

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *