la fattoria della morte

In una piccola città di provincia americana, due giovani fidanzatini, nel corso degli ultimi giorni, stanno osservando l’attività della banca. Orari di apertura al pubblico, impiegati, guardie, momento della giornata in cui i cassieri sono + impegnati ad occuparsi dei clienti. Avrebbe dovuto essere un gioco da ragazzi, ma inesperti, poco preparati, con l’aiuto di collaboratori ancora + scarsi, l’operazione risulterà una vera strage, superstiti saranno questa coppia, una madre con suo figlio, un bimbo di circa 6/7 anni, che saranno per tutto il film sequestrati dai ragazzi, che x scappare, ruberanno un auto x allontanarsi dal centro abitato, per nascondersi in una fatiscente ed abbandonata fattoria ubicata lontana da qualsiasi essere vivente, tranne uno. Un’entità che nel film non si vedrà mai direttamente, ma che riuscirà ad uccidere tutti con metodi veramente feroci in serial killer veramente sanguinario e feroce. Alla fine rimarranno in vita solo la mamma ed ill bambino, che riusciranno a scappare e saranno finalmente liberi. Mano nella mano le due figure fuggono lontano verso il tramonto Subito dopo l’lFBA, è sul posto e trova un numero indecifrato di corpi dilaniati e smembrati e durante la perquisizione, un tenente trova un diario, appartenuto non al terribile killer, ma al vecchio proprietario della location, che, leggendo qualche pagine del manoscritto, progressivamente si delinea la sua natura, malata e psicotica risultando essere a sua volta, un serial killer, ricercato da moltissimi anni
Forse x noia o per un terribile senso di potenza, o solitudine, nel corso delle sue terribili scorrerie portò con se un bambino, che però non uccise, anzi lo adottò; ovviamente l’educazione non si potrebbe definire idonea per un bimbo, anzi, leggendo, addirittura le parole indicavano sentimenti di paura e terrore x quella giovane vita, sosteneva che il ragazzo crescendo, progressivamente, si trasformava in un uomo senza anima, molto molto + cattivo e disumano del suo insegnante… temeva x la sua vita… il film termina così: due agenti che, in piedi, accanto ad un vecchio recinto della fattoria, leggono le righe di questo diario… veramente inquietante.

↑↑ Fai scoprire MemoCinema ai tuoi amici ↑↑

Questa voce è stata pubblicata in americano, anni 90, Film dimenticato, horror, thriller. Contrassegna il permalink.

RSS dei commenti a questa trama





  • Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

    Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

    Ogni giorno vengono aggiunte nuove trame e questo rende difficile ritrovare la propria.
    Non rischiare di perdere la tua trama, salva adesso l'indirizzo.

    Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
    Chiudi

    2 risposte a la fattoria della morte

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *