Omicidio (o omicidi) perpetrato(i) con i versetti del Vangelo di Marco – Risolto

Film di Vincenzo:

Mi pare sia un film Tv della seconda metà degli anni Settanta o della prima degli Ottanta, ambientato in Inghilterra: dalle prime scene si può notare il volante a destra e un’autovettura targata CUR (probabilmente Cambridgeshire). Si celebrano i funerali di un certo Andy, un morto suicida (almeno ciò è quella che viene reputata la verità dalla cittadina e dalle autorità, ma già nella scena iniziale del film si può vedere un omicidio perpetrato dopo la lettura di alcuni versetti del Vangelo di Marco da parte di una voce metallica). Alle esequie partecipa anche Matt che reincontra dopo vari anni in tale circostanza la sua ex fidanzata Katie, lasciata tempo addietro per un lavoro, mentre lei era, all’epoca, allo stato iniziale di una gravidanza, ma Matt era del tutto ignaro della gestazione e di aver concepito un figlio con Katie; quest’ultima è convinta che Andy non si sia suicidato, bensì sia stato assassinato e confida le sue perplessità a Matt. Costui incontra difficoltà nell’esternare alla polizia i dubbi relativi al suicidio e nel tentare di far aprire un’inchiesta per omicidio. Ad un poliziotto di un certo livello del luogo torna in mente l’omicidio di Jessica Walsh, per il quale fu condannato tale McCarty (si presume che il colpevole abbia compiuto ancor prima un grave delitto contro un soggetto minorenne, ma non fu possibile condannarlo per insuffcienza di prove).
Talvolta compare in scena anche un giovane prete (presumo cattolico dal collo romano indossato sia con la camicia del clergyman che con la veste talare) che all’inizio, dopo i funerali, dice a Matt «Figliolo, nei momenti di difficoltà puoi contare su Dio», ricevendo come replica «Nei momenti di difficoltà ho sempre fatto conto su me stesso». Kathy è sposata con un uomo benestante, «un buon padre» a suo giudizio, ma Matt le confida che anch’egli sarebbe stato un buon padre, se solo lei gliene avesse dato l’opportunità. Nel frattempo Matt fa amicizia con una donna vittima di violenza da parte del marito. All’inizio del film compare anche Beth, la madre di Kathy e ogni tanto si può ascoltare la voce metallica–maniacale che legge i versetti del Vangelo di Marco. Di più non posso dire, perché mi sono addormentato, dato che il film è stato trasmesso ieri in seconda serata su una rete locale.

Questa voce è stata pubblicata in anni 70, anni 80, Film dimenticato, giallo, inglese, thriller, titolo scoperto. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama

Sto inviando, attendere....
La tua pazienza è sconfinata!
Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

Salvalo adesso! Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
Chiudi

Una risposta a Omicidio (o omicidi) perpetrato(i) con i versetti del Vangelo di Marco – Risolto

  1. avatar Vincenzo scrive:

    Proprio ieri lo hanno trasmesso e sono riuscito ad individuarne il titolo: è un film TV australiano del 1995 «Blackwater Trail» (la versione italiana è «Il sentiero delle vedove»). Matt Curren è uno scrittore che indaga insieme alla sua ex fidanzata Cathy sulla morte – apparentemente per suicidio – del di lei fratello, il poliziotto Andy, che era anche amico di vecchia data di Matt. La polizia locale (del Queensland, perché lo svolgimento è ambientato in Australia e non nel Regno Unito, come ho erroneamente scritto nella trama: anche in Australia il senso di marcia è a sinistra e il volante a destra, perciò sono stato tratto in inganno) ostacolerà i due protagonisti continuamente.
    La mia richiesta può quindi considerarsi risolta.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>