Cameriera orientale si libera da schiavitù

Film di Massimo:

In un mondo distopico e ipertecnologico (simil black mirror), una cameriera dai lineamenti orientali viene sfruttata e maltrattata in un fast food. Lei e le sue colleghe non hanno diritti e la loro vita dipende dal loro padrone e da quanto di sottomettono al cliente. Un giorno, la protagonista riesce a ottenere uno smartphone con cui connettersi per la prima volta con il mondo esterno al fast food. Per lo stesso gesto una sua cllega viene uccisa ma la protagonista riesce a fuggire dal fast food con un uomo di cui si innamora.

Questa voce è stata pubblicata in anni 2000-attuale, anni 2010, fantascienza, Film dimenticato. Contrassegna il permalink.
RSS dei commenti a questa trama

Sto inviando, attendere....
La tua pazienza è sconfinata!
Congratulazioni, la tua trama è su MemoCinema!

Questo è l'indirizzo che devi controllare per leggere le risposte:

Salvalo adesso! Clicca qui e aggiungilo ai preferiti
Chiudi

Una risposta a Cameriera orientale si libera da schiavitù

  1. avatar Kalos scrive:

    Si tratta di una delle storie che si intrecciano in “Cloud Atlas” del 2012

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>